LA COLLABORAZIONE

Cloud & energy, Italgas innova la rete con Red Hat

Le due società hanno avviato un progetto volto a garantire la sostenibilità e resilienza dell’infrastruttura. Riduzione dei costi, miglioramento della qualità del servizio e della cybersecurity i benefici chiave

Pubblicato il 13 Feb 2023

Patrizia Licata

placeholder

Italgas ha modernizzato la sua infrastruttura IT migrando sul cloud insieme a Red Hat per ottenere la riduzione dei costi di gestione e il miglioramento della qualità dei servizi offerti e aprirsi a nuove opportunità di mercato.

Le due società hanno avviato un progetto cloud volto a garantire la sostenibilità e resilienza della rete e a rendere più efficiente il servizio verso i clienti sfruttando Red Hat OpenShift.

La collaborazione riguarda l’infrastruttura tecnologica dell’intera rete nazionale di distribuzione del gas naturale di Italgas.

Italgas migra al cloud

Negli ultimi anni il gruppo Italgas ha evoluto la propria architettura IT in ottica business oriented, portando avanti una serie di iniziative volte all’ottimizzazione dell’infrastruttura e dei processi ad essa correlati. Nel tentativo di ridurre i costi e modernizzare i suoi sistemi principali, Italgas ha intrapreso con Red Hat un imponente progetto di migrazione al cloud che ha previsto la realizzazione di un’infrastruttura cloud, la modernizzazione delle applicazioni basata su Red Hat OpenShift.

WHITEPAPER
Una guida per ottimizzare i costi aziendali con il Manufacturing Execution System
Protocolli IoT
Smart manufactoring

Nel dettaglio, per la realizzazione dell’infrastruttura cloud Italgas ha migrato tutti i suoi sistemi legacy da bare metal a macchine virtuali (Vm) IaaS e ha collaborato con il team di Red Hat Consulting per progettare l’architettura di destinazione, implementarla su Microsoft Azure e definire la giusta architettura geografica di disaster recovery per garantire i punti e i tempi di ripristino.

Modernizzazione delle applicazioni 

Sul fronte della modernizzazione delle applicazioni Italgas ha migrato tutti i suoi ambienti applicativi core su Red Hat OpenShift, passando da 120 macchine virtuali a sole 32 macchine virtuali che gestiscono due cluster OpenShift. Questo ha permesso di ridurre significativamente i costi dell’infrastruttura e di aumentare la velocità di rilascio delle nuove funzionalità. Inoltre, con Red Hat OpenShift, Italgas è ora in grado di effettuare il provisioning degli ambienti in pochi minuti ed è in grado di redistribuire una versione del software in pochi secondi.

Un altro vantaggio fondamentale è l’integrazione con un catalogo di Api coerente che consente a Italgas di comunicare efficacemente con un gran numero di sistemi interni ed esterni.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Argomenti trattati

Aziende

I
italgas
R
red hat

Approfondimenti

C
Cloud
D
DevOps
E
energia

Articolo 1 di 3