Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Cloud, nuovi servizi per accelerare la migrazione delle imprese

24 Ott 2011

HP lancianuovi servizi e soluzioni basati sul modello HP Converged
Infrastructure che permettono ai service provider e alle imprese di
fornire servizi di cloud con rapidità e al tempo stesso di far
leva sugli investimenti esistenti, riducendo i rischi e abbattendo
i costi.
Le nuove soluzioni proposte da HP comprendono: Servizi HP
Technology Consulting Services per strategia del data center, le
operazioni e la continuità operativa che accelerano fino al 40% la
pianificazione, la progettazione e la costruzione di data center
basati su cloud e al tempo stesso indirizzano l’allineamento fra
IT, impianti e attività aziendale; Portafoglio HP CloudSystem
esteso, che comprende opzioni di finanziamento, servizi, risorse
per gli sviluppatori e 100 nuovi HP Cloud Centers of Excellence nel
mondo (di cui 50 in Asia Pacific e Giappone). Questi centri
permettono ai clienti di provare HP CloudSystem, la piattaforma
più completa, integrata e aperta per la realizzazione e gestione
dei servizi in ambienti cloud privati, pubblici e ibridi; HP
VirtualSystem for Microsoft e HP VirtualSystem for Superdome
2/HP-UX. Si tratta di nuove soluzioni software e hardware “chiavi
in mano” per l’implementazione rapida di ambienti applicativi
virtuali ottimizzati e pienamente collaudati. Grazie a una
consulenza mirata e ai servizi HP Support, i clienti riescono a
sviluppare blocchi standard di applicazioni per migliaia di utenti
in poche ore, anziché mesi.

“Le aziende richiedono il nostro supporto per velocizzare la
transizione al cloud computing attraverso metodologie e soluzioni
collaudate, basate sulla struttura HP Converged Infrastructure, che
consentono loro di accrescere l’innovazione nei loro mercati e
servire meglio i loro clienti – spiega Dave Donatelli, Executive
Vice President e General Manager, Enterprise Servers, Storage,
Networking and Technology Services, HP – Le nostre nuove proposte
si basano sulle migliori tecnologie e capacità di HP
nell’indirizzare i clienti verso questa evoluzione, riducendo
allo stesso tempo complessità, costi e rischi”.

Occorre una trasformazione radicale per predisporre i data center
legacy al cloud computing. I loro cicli di pianificazione devono
essere abbreviati per garantire la distribuzione immediata dei
servizi, i quali devono essere a loro volta ottimizzati e resi più
affidabili. Tutto questo richiede livelli superiori di
allineamento, comunicazione e pianificazione in tutta l’azienda.
In questo senso i nuovi servizi indirizzano la strategia, le
operazioni e la continuità operativa del data center mettendo a
disposizione esperienza, linee guida e metodologie collaudate
indispensabili per la riuscita dei progetti dei clienti.
I servizi per la strategia del data center riducono del 40% i tempi
di trasformazione permettendo di procedere simultaneamente alla
pianificazione, progettazione e definizione dei processi. Come
risultato, i clienti possono accelerare le decisioni e le strategie
di investimento ampliando le comunicazioni relative al programma
con gli executive.

I servizi per le operazioni del data center abbattono del 37% i
costi degli impianti nel corso della loro vita utile grazie a
miglioramenti nel design e nella costruzione finalizzati
all’integrazione dell’infrastruttura e a una pianificazione
volta a incrementare l’efficienza operativa.

I servizi per la continuità operativa del data center consentono
ai service provider di prevedere con facilità e in anticipo i
guasti dell’impianto e dell’infrastruttura IT. Un portafoglio
di servizi modulare permette ai clienti di scegliere tra i
programmi HP Continuous Improvement Program per colmare i gap di
disponibilità e ridurre i downtime non pianificati, oppure HP
Reliability Assurance Program per incrementare la continuità,
oppure optare per la valutazione HP Disaster Recovery Readiness per
individuare i gap nella pianificazione.
Espansione della piattaforma HP CloudSystem.

HP CloudSystem è ideale per le aziende e i service provider che
vogliono distribuire su cloud privati e pubblici diversi tipi di
servizi quali capacità di calcolo o Sotware-as-a-Service. Con HP
CloudSystem i clienti possono implementare un nuovo servizio cloud
nel giro di minuti o ore, anziché in settimane o mesi come
normalmente richiesto dai metodi manuali. Nuove opzioni di
finanziamento, servizi e risorse per gli sviluppatori estendono
ulteriormente il valore di HP CloudSystem.

Con HP CloudSystem Financing, parte del programma HP finalizzato al
finanziamento dei progetti di cloud per un importo fino a 2
miliardi di dollari, i clienti qualificati hanno un’opzione
semplice per passare al cloud in modo accessibile. Innanzitutto,
possono scegliere un piano di pagamento che consente loro di
realizzare ambienti cloud senza grandi investimenti di capitale
iniziali. Questo è un fattore critico per i Cfo (Chief Financial
Officer) e i Cio (Chief Information Officer), attenti alla
prevedibilità degli investimenti IT. Inoltre, nell'ambito del
suo programma HP CloudAgile riservato ai service provider
qualificati, HP propone un piano di pagamento rateale che inizia
con un piccolo importo e aumenta poi nel corso dei sei o dodici
mesi successivi per lasciare a questi operatori il tempo di
ampliare il proprio giro d’affari e allineare meglio la spesa
alla crescita del fatturato.

Gli HP CloudSystem Enablement Services offrono servizi di
integrazione che accelerano la realizzazione di un primo set di
servizi di cloud computing. Il nuovo centro risorse HP AllianceOne
per CloudSystem fornisce agli Isv (Independent Software Vendor), ai
system integrator e ai service provider un kit di strumenti per
l’implementazione rapida comprendenti campioni di codice,
dimostrazioni video e consigli di esperti.

I nuovi HP Cloud Centers of Excellence consentono ai principali
partner di canale di HP di offrire ai clienti l’accesso rapido e
conveniente a demo dal vivo delle soluzioni cloud basate su HP
CloudSystem. I centri consentono inoltre ai clienti di valutare,
testare e implementare più facilmente le soluzioni basate su cloud
e al tempo stesso di studiare il percorso al cloud computing
ottimale per loro.

La virtualizzazione è spesso utilizzata come base per la
costruzione di un’infrastruttura di cloud computing. Con HP
VirtualSystems le imprese e i service provider possono implementare
con rapidità blocchi di applicazioni e capacità per supportare
migliaia di utenti. Eseguire le principali applicazioni in un
ambiente virtualizzato permette di conseguire superiore
flessibilità, maggiore efficienza e costi inferiori.
HP VirtualSystem for Microsoft velocizza la virtualizzazione e la
distribuzione di svariati carichi di lavoro business-critical, come
Microsoft SharePoint, Exchange e Sql Server. Grazie a una singola
console, i clienti possono tenere traccia dei servizi applicativi
individuando e risolvendo i problemi senza causare downtime a
livello di infrastruttura hardware, sistema operativo, hypervisor e
applicazioni Microsoft.

HP Virtual System for Superdome 2/HP-UX accelera il percorso verso
la virtualizzazione dei carichi di lavoro mission-critical
comprendenti, ad esempio, sistemi Crm (Customer Relationship
Management), Erp (Enterprise Resource Planning) e applicazioni
finanziarie di base sui sistemi HP Integrity. La combinazione fra i
sistemi HP-UX 11i v3 e HP Integrity Superdome 2, calibrata sulle
applicazioni mission-critical, offre il massimo livello di
flessibilità, scalabilità e prestazioni nella
virtualizzazione.

In un mondo sempre connesso, il modello HP Converged Infrastructure
è l’elemento chiave per abilitare la Instant-On Enterprise.
Un'organizzazione Instant-On integra la tecnologia in tutto
ciò che fa per rispondere istantaneamente a qualsiasi esigenza di
clienti, dipendenti, partner e cittadini.
Il principale appuntamento per i clienti di HP, HP Discover, avrà
luogo a Vienna, Austria, dal 29 novembre al 01 dicembre. L’evento
mostrerà alle aziende come possono iniziare il proprio percorso
verso l’Istant-On Enterprise.