Cloud Italia, ecco la newco Cdp-Tim-Leonardo-Sogei - CorCom

IL PIANO

Cloud Italia, ecco la newco Cdp-Tim-Leonardo-Sogei

La maggioranza del veicolo sarà pubblica ma la telco guidata da Gubitosi potrebbe essere in quota per il 45%. Deliberano Cdp e Tim, ora tocca a Sogei e Leonardo

23 Set 2021

F. Me

Inzia a prendere corpo la proposta pubblico-privato per il cloud nazionale Secondo quanto riporta Il Messaggero al centro del piano a cui stanno lavorando Cdp, Sogei, LeonardoTim ci sarebbe una newco nella quale la compagnia guidata da Gubitosi avrebbe 45% e mentre il fronte “pubblico” il 55%. La proposta, che non sarà economica bensì tecnologica, per partecipare alla gara per Cloud Italia sarà presentata nei prossimi giorni al ministro Colao

Il progetto dovrebbe partire sotto forma di Associazione temporanea di impresa (Ati) che progressivamente verrà sostituita da una vera e propria newco.

La strategie sarebbe stata discussa ieri dal cda di Cassa Depositi e Prestiti alla vigilia del board di Tim, previsto per oggi, e una settimana prima di quello di Leonardo, in agenda il 30 settembre. All’appello mancherebbe solo il Consiglio di amministrazione di Sogei ma dovrebbe essere questione di giorni.

Come spiegato dal quotidiano romano, nella newco Tim avrebbe la maggioranza relativa, mentre la maggioranza assoluta sarebbe in capo alla componente pubblica con Cdp al 20%; Sogei e Leonardo deterrebbero le quote residue.

La “Strategia Cloud Italia” è stata presentata dal ministro dell’Innovazione e Trasformazione digitale Vittorio Colao lo scorso 7 settembre: si tratta di un documento di indirizzo strategico per l’implementazione e il controllo del Cloud della Pubblica amministrazione. Un progetto “orientato a garantire al tempo stesso sicurezza, salvaguardia ma anche modernità, efficienza e stabilità a livello nazionale che contempera sia il mondo privato e quello pubblico”, ha detto il ministro.

Tre le principali direttrici: creazione del Polo Strategico Nazionale (Psn), un’infrastruttura nazionale per l’erogazione di servizi Cloud, la cui gestione e controllo  di indirizzo siano autonomi da fornitori extra Ue; percorso di qualificazione dei fornitori di cloud pubblico e dei loro servizi per garantire che le caratteristiche e i livelli di servizio dichiarati siano in linea con i requisiti necessari di sicurezza, affidabilità e rispetto delle normative rilevanti; sviluppo di una  metodologia di classificazione dei dati e dei servizi gestiti dalle pubbliche amministrazioni, per permettere  una migrazione di questi verso la soluzione Cloud più opportuna (Psn) o Cloud pubblico qualificato.

Per il progetto sono a disposizione 1,9 miliardi di euro del Pnrr.

La visita del commissario Figliuolo in Sogei

Il Commissario Straordinario per l’attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e di contrasto dell’emergenza epidemiologica Covid-19, generale Francesco Paolo Figliuolo e la sua delegazione hanno visitato il Campus Sogei.

WHITEPAPER
Cosa fare per mettere davvero in sicurezza il cloud pubblico, privato e ibrido?
Cloud

L’incontro, nato dalla collaborazione in essere tra le due Istituzioni e dalla volontà di rafforzare la conoscenza reciproca, ha offerto all’Ad Andrea Quacivi l’opportunità di illustrare la storia dell’Azienda, il suo percorso di sviluppo, gli ambiti di intervento, i Clienti e i principali risultati conseguiti, ponendo particolare attenzione su infrastrutture, network e prospettive della Società.

Quacivi ha presentato i più importanti progetti realizzati negli ultimi venti mesi, come risultato della straordinaria gestione dell’imprevisto, essenziali per la ripartenza del nostro Paese, tra cui il Sistema Nazionale di Contact Tracing Digitale Immuni, il pacchetto di piattaforme e servizi per l’efficientamento delle Certificazioni Verdi Covid-19, il Portale dedicato al Pnrr “Italia Domani”. I Figliuolo ha potuto così vedere concretamente come vengono sviluppati e realizzati i progetti strategici che la Struttura Commissariale affida a Sogei.

Nel corso del suo intervento Andrea Quacivi ha sottolineato l’importanza dell’incontro, affermando che: “il nostro agire quotidiano si fonda sul sano e proficuo rapporto di collaborazione con i nostri Clienti, come quello che intercorre con la Struttura Commissariale: la testimonianza che ci portate oggi è per noi molto importante. Siamo orgogliosi di essere il punto di riferimento dell’ICT pubblica, siamo centrali nel framework del digitale italiano. I nostri investimenti puntano sulla capacità di innovare, stiamo costruendo un rapporto inclusivo con il mondo delle Associazioni, delle Università e degli Enti di ricerca, abbiamo avviato un percorso strutturato di Open Innovation e puntiamo ad ottenere la certificazione B-Corp. Molte nostre intuizioni del passato si dimostrano oggi importanti, come la partecipazione in Gaia-X in qualità di “day 1 member”, l’inserimento nel perimetro nazionale di sicurezza cibernetica e l’attestazione di Polo Strategico Nazionale e infrastruttura informatica critica. Lavoriamo insieme per disegnare il futuro del nostro Paese, per semplificre la vita dei cittadini.”

Il Generale Figliuolo ha evidenziato il ruolo positivo di tutta la squadra Sogei, sottolineando il grandissimo impegno profuso in questi mesi: “All’inizio del nostro mandato ci siamo concentrati sull’individuazione di una infrastruttura informatica pubblica in grado di svolgere attività delicate e sensibili per la salute dei Cittadini e la nostra scelta è ricaduta su Sogei. La piattaforma ha rappresentato un asset strategico per lo svolgimento di una campagna vaccinale che si sta rivelando un vero successo. Sogei è una realtà con molti dipendenti giovani che hanno partecipato ad uno sforzo corale per il Paese, che ha dimostrato l’importanza di fare squadra per arrivare al successo”.

L’incontro istituzionale si è concluso con una visita al Ced Sogei.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

C
cdp
L
Leonardo
S
Sogei
T
tim

Approfondimenti

C
Cloud
C
cloud italia

Articolo 1 di 4