Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Con Dynatrace servizi più sicuri e performanti

01 Ott 2015

AlmavivA, società italiana dell’ICT, e Dynatrace, innovatore del mercato del digital performance management, annunciano una nuova partnership per aumentare la qualità nella gestione delle loro applicazioni e performance. Si avvia dunque integrazione tra le due aziende, con le soluzioni Dynatrace per i service provider AlmavivA che garantiranno maggiore sicurezza e continuità dei servizi.

Gli strumenti offerti da Dynatrace sono sviluppati per il monitoraggio di applicazioni web, cloud, mobile, aziendali e Big Data e ora aiuteranno AlmavivA nell’offerta di ulteriore efficienza anche nei settori più esposti ai rischi.

Il team di Dynatrace ha analizzato l’infrastruttura AlmavivA per poi finalizzare il progetto, a partire dall’implementazione di una soluzione agent-less focalizzata sul controllo dei servizi del Data Center per poi integrare una componente agent capace di ottimizzare il codice applicativo legato al servizio erogato ai clienti.

Dynatrace è la risposta alla nostra esigenza di offrire, attraverso un’analisi dei dati in tempo reale, una valutazione del servizio erogato” -spiega Nunzio Calì, vicedirettore generale Direzione Operations-Infrastructure and Application Services di AlmavivA– “Vogliamo assicurare ai clienti il raggiungimento dei loro obiettivi di business e per far questo dobbiamo misurare la user experience con un sistema innovativo, in grado di correlare migliaia di informazioni e definire come queste si trasformino nel servizio reso”

“Abbiamo in comune con AlmavivA la volontà di aiutare le aziende a raggiungere i loro obiettivi” -commenta Emanuele Cagnola, Italy Sales Director di Dynatrace– “Continueremo a innovare la nostra offerta con soluzioni che diano piena visibilità sul servizio erogato per ridurre la complessità”.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 2