PARTNERSHIP

Ericsson-Cisco, alleanza strategica: “Faremo le reti del futuro”

I due partner uniscono competenze e offrono soluzioni end-to-end su 5G, Ip, cloud, IoT per aumentare il valore per i clienti: focus su service provider subito, poi su mercato enterprise. Attesi 1 miliardo di dollari di revenue in più per ciascun vendor entro il 2018

09 Nov 2015

Patrizia Licata

Da concorrenti ad alleate per costruire le reti del futuro (e fare fronte comune contro i sempre più solidi rivali cinesi): i colossi delle attrezzature di rete Ericsson e Cisco hanno annunciato una “alleanza strategica di nuova generazione” su scala globale che tocca tanto gli ambiti di business che tecnologici.

Le due aziende forniranno insieme soluzioni all’avanguardia “end-to-end” su tutte le architetture di rete per il 5G, il cloud e l’Ip e la Internet of Things; la partnership combinerà le competenze dei due vendor in routing, data center, networking, cloud, mobilità, gestione e controllo e servizi globali.

Ericsson punta a mantenere la posizione di maggiore fornitore al mondo di apparecchi per le telecomunicazioni per vendite, mentre per Cisco potrà affrontare un mercato più ampio senza restare intrappolata in trattative per acquisizioni.

“Oggi compiamo un importante passo in avanti nel nostro percorso di trasformazione”, ha scritto in un messaggio ufficiale il Ceo di Ericsson Hans Vestberg, sottolineando che già da alcuni anni la casa svedese si era focalizzata sulle tecnologie Ip.

Insieme, Ericsson e Cisco hanno messo a punto una “visione comune su innovazione e successo dei loro clienti”. Cisco porta nell’alleanza la sua leadership in Ip e la forte presenza sul mercato aziendale; Ericsson contribuisce con la sua leadership nelle reti mobili, la forza nei servizi globali e le robuste relazioni con il mercato dei grandi service provider.

WHITEPAPER
Che cosa significa DevOps e perchè oggi è un fondamentale della programmazione.
Cloud
ERP

Complessivamente, Ericsson e Cisco possiedono più di 56.000 brevetti, investono ogni anno 11 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo e erogano più di 76.000 servizi professionali per clienti in oltre 180 nazioni, ma la forza della loro alleanza, sottolinea Vestberg, “non è solo nella scala ma nella profondità delle soluzioni che Ericsson e Cisco possono portare al mercato del networking”.

Inizialmente la partnership si concentrerà sui service provider, poi sulle opportunità per il segmento enterprise e sulla diffusione e accelerazione dell’adozione dei servizi IoT in tutte le industrie. Ericsson ha firmato un “reseller agreement” con Cisco e gli ingegneri delle due aziende lavoreranno insieme per dare forma e sostanza alla collaborazione con un’iniziativa congiunta focalizzata sulle aree SDN/NFV e network management and control.

Le due aziende hanno sottolineato che l’alleanza permetterà di far crescere le loro entrate con effetti che saranno via via più grandi col passare degli anni, ma si faranno sentire fin dal 2016 per arrivare a un miliardo di dollari o più per ciascuna nel 2018.

“Al ritmo con cui si evolve il mercato oggi, le aziende che avranno successo saranno quelle che costruiranno alleanze strategiche capaci di accelerate innovazione, crescita e valore per i clienti”, ha dichiarato Chuck Robbins, Ceo di Cisco. “L’annuncio di oggi mette insieme due aziende che dominano l’industria con una visione capace di guardare già al futuro, culture complementari e una storia di successo costruita sull’innovazione. Abbiamo lavorato con Ericsson nel corso dell’ultimo anno per sviluppare una strategia per la futura leadership dell’industria e che siamo in grado di attuare da subito. La nostra alleanza sarà motore di crescita per entrambe le aziende, creerà valore per i nostri clienti e costituirà formidabile stimolo all’innovazione per l’intero settore”.

L’accordo si fonda su una serie di accordi: oltre a quello di rivendita anche un service partner agreement globale e collaborazione in segmenti chiave emergenti del mercato. Le due partner si sono anche accordate per discutere le loro policy Frand (le condizioni cosiddette eque, ragionevoli e non discriminatorie che riguardano tecnologie considerate standard-essential) e sono entrate in un accordo di licensing per i loro rispettivi portafogli di brevetti. Come parte di questo accordo, Ericsson riceverà un compenso per le licenze da Cisco.