Facebook Research Award, tra i vincitori gli italiani di UniPisa-Cnr - CorCom

IL CONTEST

Facebook Research Award, tra i vincitori gli italiani di UniPisa-Cnr

Il progetto presentato da Enzo Mingozzi e Claudio Cicconetti è dedicato ai protocolli di Internet e al loro utilizzo per lo sviluppo di servizi web sempre più efficienti, basati sul cloud

10 Set 2021

A. S.

C’è anche un progetto “made in Italy” tra i sei che si sono aggiudicati il riconoscimento dei Facebook Research Award: si tratta di una ricerca realizzata dall’università di Pisa e dal Cnr sui protocolli di Internet e sul loro utilizzo per lo sviluppo di servizi web sempre piuù efficienti, basati sul cloud. A presentare il progetto italiano Enzo Mingozzi, del dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Pisa (Dii), e Claudio Cicconetti, dell’Istituto di Informatica e Telematica del Cnr di Pisa (Iit-Cnr).

Il Facebook Research Award finanzia ogni anno progetti di ricerca nell’ambito Ict provenienti da tutto il mondo, e si pone l’obiettivo di promuovere l’innovazione nei servizi internet e web, consolidando la collaborazione tra Facebook e il mondo accademico.

Nello specifico, l’obiettivo del progetto presentato dai ricercatori italiani è lo studio del nuovo protocollo Quic per combinare due linee di sviluppo che si stanno facendo strada nella cornice dei servizi basati sul cloud: il serverless computing, che punta allo sviluppo di applicazioni sempre più agili, e l’edge computing, quindi l’utilizzo di risorse di calcolo ai “margini” della rete, che sia più prossimo agli utenti finali rispetto a quanto avviene quando le risorse sono collocate in grandi data center, per ottimizzare la velocità di risposta.

“Per la prima volta viene proposto l’utilizzo del protocollo Internet Quic per combinare la tendenza all’ottimizzazione dell’allocazione delle risorse da parte dei provider con quella alla frammentazione e localizzazione dei datacenter – sottolinea Enzo Mingozzi – che garantisce maggior velocità, riduzione del traffico e maggiore sicurezza. Le ricadute sono molteplici, in particolare nel campo dell’Internet of Things, uno dei settori chiave della nuova rivoluzione industriale in atto, ma anche della realtà virtuale e aumentata in tutte le sue possibili applicazioni”.

“Siamo molto soddisfatti di questo riconoscimento – La nostra attività di ricerca congiunta su questo progetto è frutto di una lunga tradizione di collaborazione scientifica tra l’Iit-Cnr e il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione – aggiunge Claudio Cicconetti – una collaborazione che rafforza il ruolo diPisa nel campo della ricerca sul networking e sullo sviluppo di Internet, in particolare in relazione a Industria 4.0”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5