Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL MERGER

Gtt si prende Kpn International per 50 milioni

L’operatore specializzato nella fornitura di servizi di cloud networking ha annunciato di avere raggiunto un accordo per l’acquisizione della divisione dell’olandese Kpn Nv

10 Lug 2019

D. A.

ST000688

Gtt Communications, operatore internazionale specializzato nella fornitura di servizi di Cloud networking, ha annunciato di avere raggiunto un accordo definitivo per l’acquisizione di Kpn International, una divisione di Kpn Nv con sede in Olanda, per circa 50 milioni di euro in contanti, senza debiti. Kpn International gestisce una rete Ip globale per aziende e carrier.

La combinazione strategica di Gtt e Kpn International – si legge in una nota – aumenta la dimensione e la copertura del network, aggiungendo profondità alla rete Ip globale Tier 1 di Gtt in 21 paesi europei, compresi le tratte in fibra a lungo raggio e gli anelli metropolitani di Francoforte, Londra, Amsterdam e Parigi. Grazie al merger, il gruppo aggiunge più di 400 clienti strategici, tra aziende e carrier. L’accordo, inoltre, contribuisce a rafforzare l’organizzazione globale di vendite, operazioni, servizi e assistenza clienti grazie a una solida serie di successi nel garantire un’esperienza cliente di alto profilo e completa il portafoglio di servizi di rete in Cloud di Gtt con analoghi servizi di trasporto e infrastruttura, Internet e Wan di alta qualità.

“L’acquisizione di Kpn International rafforza la nostra presenza nel mercato europeo”, dichiara Rick Calder, Presidente e Ceo di Gtt. “I contributi apportati da questa acquisizione, tra cui un team di grande esperienza, strutture di rete internazionali e un un ampio portafoglio di clienti multinazionali, ci aiuteranno a raggiungere il nostro obiettivo di connettere le persone tra le organizzazioni di tutto il mondo e a ogni applicazione nel Cloud”.

L’acquisizione dovrebbe concludersi nel terzo trimestre 2019, subordinatamente all’ottenimento delle necessarie autorizzazioni regolamentari.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5