Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

MERCATO

Hootsuite migra nella nuvola di Ibm

Strumenti più potenti di analisi social per i clienti. Le due aziende promuovono anche l’integrazione dei rispettivi programmi universitari per favorire la crescita delle competenze nel cloud

01 Set 2015

Antonio Dini

Ibm e Hootsuite hanno annunciato i piani per integrare diverse tecnologie e competenze nel cloud computing e nei social media, con l’obiettivo di fornire ai clienti di Hootsuiteuna social experience veloce e affidabile.

Hootsuite migrerà la sua App Directory nel cloud di Ibm, basato sull’Infrastructure-as-a-Service SoftLayer. L’App Directory di Hootsuite è una raccolta di funzionalità e applicazioni, che gli utenti possono aggiungere al proprio dashboard per creare viste personalizzate dei social media e delle metriche più importanti per loro.

Per raggiungere l’obiettivo dichiarato dall’azienda di poter offrire affidabilità e velocità ai propri clienti globali, Hootsuiteritiene di aver bisogno di ambienti di high performance computing su una piattaforma che sia al contempo stabile e scalabile. Migrando l’App Directory sul cloud di Ibm, Hootsuite potrà offrire ai clienti un’infrastruttura scalabile e dedicata, arricchita da una serie di tool di facile utilizzo per il provisioning e la gestione.

Secondo le due aziende, il cloud di Ibm fornisce inoltre resilienza, privacy e localizzazione dei dati, un aspetto chiave per i clienti internazionali che richiedono la possibilità di tenere i dati nel proprio Paese. Inoltre, Hootsuite può rendere disponibili rapidamente nuove funzionalità per i clienti e assicurare tempi di risposta rapidi e affidabili.

«Il cloud di Ibm – dice Aaron Budge, vice president operations e IT di Hootsuite – offre prestazioni elevate, controllo granulare e flessibilità. Queste caratteristiche, unite al suo footprint per il cloud globale e integrato, ci darà la possibilità di spostare i dati tra i data center in modo efficiente, con conseguente aumento di resilienza, flessibilità e controllo. Abbiamo una relazione eccellente con Ibm da più di due anni e siamo entusiasti di espanderla e trarre ulteriore vantaggio con l’integrazione di nuovi prodotti».

Hootsuite trasferirà la sua App Directory sul cloud di Ibm nel quarto trimestre del 2015.

Lo scopo dell’operazione è anche quello di “alimentare nuove competenze per la social analytics”, dichiarano le due aziende. Infatti Ibm e Hootsuite hanno deciso di aprire un nuovo fronte di investimenti: in un imminente corso di laurea che abbina l’Academic Initiative di Ibm all’Higher Education Program di Hootsuite, unendo la formazione su analytics e cloud allo sviluppo delle competenze professionali nei social media. Nell’ambito del programma, le classi iscritte all’Academic Initiative di Ibm avranno accesso all’Higher Education Program di Hootsuite, che fornisce ai professori e ai loro studenti tre mesi di accesso gratuito alle principali risorse didattiche e ai materiali dei corsi sui social media.

L’Academic Initiative di Ibm è un programma gratuito che fornisce a oltre ottomila università la possibilità di accedere a tecnologie e competenze su scala mondiale. I docenti ricevono 12 mesi di accesso di prova a Bluemix per il loro utilizzo e gli studenti fino a sei mesi. Gli account dei docenti e degli studenti sono rinnovabili.

A oggi, Hootsuite con il suo Programma di istruzione superiore ha toccato oltre tremila università. Abbinando la tecnologia del cloud Ibm alle soluzioni per i social media di Hootsuite, le due aziende sono convinte che gli studenti avranno l’opportunità di ampliare le proprie conoscenze tecniche e di dimostrare la loro competenza nei social media.

Non è finita. Tra le finalità dell’accordo c’è infatti anche quella di promuovere le innovazioni nel cloud e nei social media. La migrazione dell’App Directory al cloud Ibm e il programma accademico congiunto sono gli ultimi sviluppi della collaborazione tra Ibm e Hootsuite. Di recente, Hootsuite ha integrato Ibm Silverpop nell’App Directory, permettendo agli operatori di marketing e ai gestori dei social media di acquisire informazioni sul comportamento delle persone che interagiscono con il loro brand attraverso social network come Facebook e Twitter. Ciò completa l’integrazione esistente in Ibm Connections, permettendo agli utenti di uniformare il comportamento social interno all’azienda a quello esterno.

Inoltre, Ibm utilizzerà Hootsuite in via esclusiva per promuovere a livello di social ventiquattro hackaton nel 2016, nell’ambito dell’ottava edizione del Global Hackathon Series, che si svolgerà in varie parti del mondo nel corso dell’anno. Gli hackaton raggiungeranno diecimila sviluppatori, progettisti e imprenditori, collegando le community dei developer più attive, per stimolare l’innovazione open source di prodotti, piattaforme e brand. Questi eventi nell’idea di Ibmdovranno mostrare l’impatto delle tecnologie Bluemix e Watson nei vari settori d’industria, tra cui quello sanitario, turistico, alimentare.

«Ibm e Hootsuite – dice Sandy Carter, general manager, Cloud Ecosystem and Developers, Ibm – continueranno a lavorare insieme per promuovere l’integrazione di social e cloud, con l’obiettivo di permettere ai clienti di prendere decisioni basate sui dati in modo semplice e veloce».

Argomenti trattati

Approfondimenti

S
softlayer
W
watson

Articolo 1 di 4