Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

STRATEGIE

Italgas punta sul cloud di Microsoft: via alla digitalizzazione di asset e processi

L’accordo triennale prevede la migrazione del datacenter su Azure e l’adozione di Office 365. Obiettivo: maggiore competitività, sostegno alla strategia di sviluppo aziendale e apertura alle nuove prospettive legate a Industrial IoT e Artificial Intelligence

28 Mar 2018

Digital transformation per il settore energetico, è alleanza Italgas-Microsoft. L’azienda specializzata nella distribuzione del gas naturale e terzo operatore in Europa annuncia la collaborazione con Microsoft per un progetto di innovazione che ruota intorno al cloud computing.

Nell’ambito del Piano Industriale 2017-2023, Italgas ha infatti sviluppato un programma di innovazione unico nel settore gas, che punta sulla digitalizzazione di reti e processi, sull’Industrial IoT e sulla dematerializzazione e automazione. Al centro di questa disegno, la strategia cloud e la scelta di migrare il datacenter su Microsoft Azure, adottando anche la piattaforma di produttività Office 365. L’ambizioso progetto, in fase di avvio, verrà portato a termine entro agosto 2018, con l’obiettivo di gestire l’intero sistema Italgas secondo criteri innovativi finalizzati al raggiungimento di migliori livelli di efficienza e flessibilità.

“Stiamo creando la base tecnologica necessaria – dice Francesca Vergara Caffarelli Cio di Italgas – per la trasformazione dei processi aziendali mediante l’utilizzo di tecnologie innovative”. Secondo Vincenzo Esposito, direttore Divisione Enterprise Commercial Microsoft Italia “puntare sul cloud significa puntare sul futuro ed essere pronti ad accogliere le nuove prospettive legate a Industrial IoT e Artificial Intelligence”.

Insieme alle sue partecipate, Italgas conta oltre 4mila dipendenti, gestisce una rete di circa 66mila Km, 7,5 milioni di utenze servite in 1.600 Comuni e ha deciso di puntare sul cloud pubblico, predisponendo una nuova Infrastruttura as a Service, migrando gli applicativi e gli asset IT precedentemente on premise, e configurando una nuova rete connessa al cloud.

La scelta è ricaduta su Microsoft Azure, anche in virtù dell’ampia disponibilità – 140 Paesi e 17 lingue – e dell’investimento di 14 miliardi di dollari che Microsoft dedica alla sua infrastruttura di datacenter globale per renderla sempre affidabile e all’avanguardia.

La piattaforma di public cloud di Microsoft offre capacità computazionali e di storage adatte a gestire le esigenze di una rete complessa e ad accompagnare l’azienda in un percorso di crescita flessibile, rispondendo in modo scalabile ai prevedibili picchi di domanda connessi con lo svolgimento delle gare per l’assegnazione del servizio e ottimizzando i costi IT. Il tutto con garanzia di sicurezza in termini di business continuity, un elemento strategico in un settore cruciale come quello dell’energia, ma anche in termini di privacy in linea con il nuovo regolamento europeo per la protezione dei dati.

L’interoperabilità di Azure assicura, inoltre, la compatibilità con l’ambiente IT eterogeneo di Italgas preservando gli investimenti precedenti in una logica di innovazione sostenibile e, non solo, Azure è stato anche scelto per la capacità di supportare l’evoluzione tecnologica dell’azienda abilitando lo sviluppo di soluzioni innovative nelle aree Analytics, IoT e Big data. In prospettiva, una volta ultimato il processo di migrazione, Italgas potrà infatti beneficiare di funzionalità di monitoraggio remoto e manutenzione predittiva e potrà nel complesso migliorare ulteriormente la qualità del servizio grazie ad un più efficace uso del patrimonio informativo.

Sempre per aumentare l’efficienza e raggiungere l’eccellenza operativa, un altro elemento cardine della trasformazione digitale di Italgas è l’adozione della piattaforma di produttività cloud Office 365, che coinvolgerà oltre 3.000 utenti entro agosto. Un’occasione per liberare il potenziale delle persone, introducendo un nuovo modo di collaborare al passo con i tempi: in un settore in cui essere fuori sede è spesso lo standard, Office 365 consentirà di accedere ai dati e alle applicazioni aziendali in sicurezza, ovunque e in qualunque momento, contribuendo, con un maggior empowerment di tutti i componenti dell’organizzazione, al percorso di crescita dell’azienda.

“Lo spostamento in cloud della totalitá della nostra mappa applicativa – dice ancora Vergara Caffarelli – è un passo fondamentale nel processo di digitalizzazione che stiamo realizzando”.

“Siamo sicuri – dice Esposito – che grazie alla digitalizzazione delle reti e dei processi con il cloud Italgas possa accrescere la propria efficienza e competitività. Questo progetto di trasformazione digitale così avanzato nel panorama Oil&Gas ci auguriamo possa ispirare molte altre realtà, contribuendo allo sviluppo socio-economico del Paese. Il Cloud Computing può naturalmente fare la differenza in questo senso, ottimizzando i processi, consentendo una gestione flessibile delle reti, facilitando lo scambio sicuro dei dati e abilitando nuove forme di collaborazione e produttività”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

A
azure
I
Italgas
M
Microsoft

Articolo 1 di 5