Nokia battezza il Cloud Design Center: più facile la migrazione delle reti - CorCom

STRETEGIE

Nokia battezza il Cloud Design Center: più facile la migrazione delle reti

Nel centro di Fleet in Uk si svilupperanno soluzioni inniovative per le reti IT e telco multivendor. Lanciati i “cloud wise care services” per la validazione e il test software. Esteso il Transformation Consulting Framework a supporto dell’evoluzione verso 5G e IoT

15 Set 2016

F.Me

Semplificare la progettazione, la realizzazione e la gestione delle reti cloud multivendor. E’ questo l’obiettivo del Nokia Cloud Design Center globale battezzato da Nokia nel Regno Unito.

Nel nuovo Cloud Design Center di Fleet, Nokia potrà far leva sulle competenze nell’ambito del network design e dell’integrazione e su un esteso ecosistema di partner.

Via anche al Prime Integration Services, di cui sarà unico punto di contatto con un approccio DevOps (development and operations), per progettare e costruire reti cloud multivendor standard e aperte, disegnate sui bisogni specifici degli operatori. Nokia metterà in mostra queste capabilities nel Design Center di Fleet, che incorpora una piattaforma cloud multivendor integrata IT e telco, su cui Nokia testerà, validerà e dimostrerà nuovi servizi.

Oltre al Cloud Design Center, Nokia ha lanciato anche il nuovo “cloud wise care services” per offrire validazione software e servizi di testing su misura rispetto all’ambiente di rete dell’operatore per assicurare la qualità della rete, senza conseguenze negative da eventuali update. Disponibili anche servizi di monitoraggio del cloud, con un pacchetto che comprende monitoraggio della rete, analytics e troubleshooting dai Nokia Global Delivery Centers o fornendo un ‘expert as a service’ del cloud presso le sedi del operatore.

L’azienda inoltre estende il già annunciato Cloud Transformation Consulting Service, per includere tutti gli aspetti di una rete vitualizzata e realizzare una trasformazione cloud end-to-end che prepari gli operatori all’avvento del 5G e dell’IoT.

“La migrazione degli operatori verso tecnologie mediate da software in contesti cloud è un cambiamento radicale nel modo in cui le architetture di rete sono pensate che richede nuove competenze e nuovi modelli a supporto – spiega Chris Antlitz, telecom senior analyst pressoTechnology Business Research – I nuovi servizi offerti da Nokia, pertanto, vanno a riempire un vuoto nel mercato”.

“Il livello di complessitaà delle reti degli operatori cresce con l’introduzione di nuove tecnologie, nuovi servizi e nuovi software – evidenzia Deepak Harie, a capo dei servizi di Systems Integration di Nokia – Nokia ha una lunga tradizione nell’integrazione dei sistemi e una profonda conoscenza dei servizi di rete. Inoltre, sta investendo nelle capacità IT, cloud e data center, per aiutare gli operatori a realizzare e gestire le reti cloud e prepararli all’evoluzione verso IoT e 5G”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
Cloud
N
Nokia