Aziende a caccia di programmatori cloud. Offerta bassa, lievitano i compensi - CorCom

LA RICERCA

Aziende a caccia di programmatori cloud. Offerta bassa, lievitano i compensi

Luca Balbo (Technical Hunters): “Il mercato richiede competenze nuove, soltanto un numero ristretto di professionisti ne è in possesso”

03 Ott 2016

A.S.

I programmatori nel campo del Cloud sono al giorno d’oggi merce rara, e le aziende sono pronte a contenderseli. E’ quanto risulta alla società di head hunters Technical Hunters, che ha dedicato un focus al campo dei programmatori per i sistemi di gestione aziendale Sap per il cloud: ne risulta che la domanda di mercato per queste posizioni supera l’offerta di almeno il 20%, e che alcune specializzazioni professionali possono ottenere retribuzioni dal 15 al 40% superiori alla media.

“Lo sviluppo delle nuove tecnologie Sap richiede competenze specifiche, per le quali non sono sufficienti le conoscenze tecniche pregresse – afferma Luca Balbo (nella foto), consulente di Technical Hunters – Soltanto un numero ristretto di professionisti conosce le nuove applicazioni, quindi molte posizioni restano vacanti: si tratta di laureati in materie informatiche con 3/5 anni di esperienza, che di solito si sono formati nelle grandi aziende della consulenza”.

WHITEPAPER
Migrazione al cloud pubblico: 4 step da seguire
Cloud

L’effetto scarsità, spiega Technical Hunters in una nota, genera compensi molto più alti della media del settore: gli specialisti dell’applicazione per il cloud Hana infatti arrivano a retribuzioni superiori tra il 15 e il 40% rispetto a un salario IT medio. Mentre uno specialista di SuccessFactors, una soluzione per la gestione delle risorse umane basata su cloud, con 5 anni di esperienza può guadagnare fino a 40 mila euro lordi l’anno e può superare i 50 mila euro se ricopre un ruolo manageriale.

La domanda di questi profili viene principalmente dalle imprese che sono uscite dalla crisi e sono in una fase di espansione – conclude Balbo – e dalle società di consulenza, in grado di offrire bonus e benefit elevati”.