Siglata l’alleanza con Williams in F1

05 Mar 2015

Accordo pluriennale di partnership tecnologica tra Bt e il team di Formula Uno Williams Martini Racing. La scuderia utilizzerà i servizi di networking ad alte prestazioni di BT a livello globale con l’obiettivo di rendere sicure e ultraveloci le comunicazioni, supportando anche tutte le esigenze di comunicazione fissa e mobile del team attraverso un unico servizio cloud.

BT – spiegano dall’azienda – renderà inoltre accessibile la propria suite di tecnologie e servizi di consulenza alla divisione advanced engineering di Williams, che ha il compito di trasferire la tecnologia e il know-how derivato dalla Formula Uno ai settori dell’automotive e del motorsport, e a quelli energetico, aerospaziale civile e della difesa”.

Le due società avevano già collaborato nel corso della stagione 2014, “a un innovativo progetto pilota, che ha evidenziato alcuni concreti benefici che la Williams potrebbe ottenere grazie a una rete in grado di fornire prestazioni più elevate – sottolineano da BT – Tra i vantaggi emersi vi è il miglioramento delle prestazioni delle vetture frutto di funzionalità strategiche aggiuntive, maggiore velocità nei pit-stop e nelle analisi video delle gare, migliore performance e affidabilità dei complessi processi di elaborazione dati, che includono anche applicazioni basate su video, telemetria e voce. I dettagli dell’intesa sottoscritta saranno ulteriormente esplicitati in seguito”.

“Siamo entusiasti all’idea di collaborare con Williams, uno dei team di Formula Uno più conosciuti e di maggior successo al mondo – commenta Gavin Patterson, chief executive officer di BT – Sia BT che Williams vantano una storia importante di vittorie nelle sfide al top caratterizzate da un livello tecnologico estremamente avanzato. È l’inizio di una vera collaborazione tra due brand britannici eccellenti, determinati a fare squadra per vincere in un contesto internazionale”.

WHITEPAPER
Wi-Fi o 5G per le imprese? Una guida spiega cosa (e come) scegliere
Personal Computing
Telco

Williams e BT condividono una serie di sinergie che hanno dato impulso alla creazione di questa partnership – aggiunge sir Frank Williams, team principal di Williams Martini Racing – ci affidiamo all’innovazione tecnologica per battere la concorrenza, amiamo i dati scientifici, abbiamo un Dna britannico ma con una visione globale e riteniamo la comunicazione efficace di importanza strategica per il successo nel business. In questi ambiti BT è un’eccellenza e grazie alle sue soluzioni per le reti di comunicazione e dati possiamo godere di una posizione ottimale per prendere decisioni strategiche in modo più veloce e collaborativo. Un team indipendente come Williams fa affidamento su un pool di partner fidati per scendere in pista e, con BT, ampliamo il nostro parterre di partner di alto profilo, con cui portare avanti la collaborazione negli anni a venire”.

“Siamo onorati di accogliere tra i partner del team un’azienda del calibro e della statura di BT – afferma Claire Williams, direttore commerciale del team Williams Martini Racing – Questa partnership prevede una collaborazione a livello tecnico finalizzata a garantire che il nostro personale sia sempre connesso e possa lavorare senza problemi in team ovunque si trovi nel mondo. BT sfrutterà inoltre la visibilità della Formula Uno e del brand Williams per presentare i propri prodotti e servizi ad una platea internazionale: non vediamo l’ora di sviluppare insieme fantastiche campagne di marketing per il 2015 e gli anni futuri”.

“Una rete di comunicazione nettamente più veloce può trasformare in modo radicale il nostro modo di lavorare – sottolinea Pat Symonds, Cto di Williams Martini Racing – I vantaggi per le nostre attività quotidiane sono evidenti e testimoniati dal sostanziale aumento della capacità di analisi ‘off site’. Tra i risvolti positivi meno ovvi riscontriamo la possibilità di accedere più velocemente a fonti di informazioni cruciali, indipendentemente da dove stiamo gareggiando. Ciò comprende, ad esempio, la capacità di interrogare a distanza il nostro sistema CAD che si trova in sede, realizzare nuovi assemblaggi ed esportare in pochi minuti le informazioni richieste per utilizzarle direttamente sul circuito“.