IL CASO

Twitter salva i politici, stop a Politwoops

Il microblogging impedisce, in 30 Paesi, l’accesso al sito che conserva i tweet. A maggio il primo blocco negli Usa

24 Ago 2015

DE.A.

Politwoops, il sito che salva i tweet cancellati dai politici, ha annunciato che le sue operazioni sono state interrotte nei trenta Paesi in cui era attivo, dopo che Twitter ha bloccato il suo accesso al social network.

“Venerdì notte, 21 agosto, la Open State Foundation è stata informata da Twitter che ne è stato sospeso l’accesso a Diplotwoops e tutti i restanti siti Politwoops in trenta Paesi”, ha dichiarato Open Foundation, che ha lanciato Politwoops in Olanda nel 2010.

Call4ideas CARDIF
Il Next Normal di Open-F@b?Call4Ideas. Proponi il tuo progetto innovativo!
Digital Transformation
Open Innovation

Twitter ha bloccato l’accesso a Politwoops negli Stati Uniti a maggio e Open Foundation aveva già lanciato l’allarme perché temeva che questa decisione potesse estendersi altrove. Twitter ha messo fine all’accesso del sito internet americano alla sua Api (interfaccia di programma di applicazione) che le consentiva di vedere quando un politico cancellava un tweet, segnale di un cambiamento di opinione o di una gaffe a volte clamorosa. Il sito internet era un utile strumento per i giornalisti e sovente fonte di imbarazzo per i politici.

Argomenti trattati

Approfondimenti

D
diritto all'oblio
S
social network
T
twitter