IL PROGETTO

WholeData battezza il datacenter “neutrale”, conto alla rovescia per l’Internet Park

Il nuovo sito di Pioltello avrà una superficie di 30mila metri quadrati e sarà operativo entro primavera. La presenza di enti e operatori tlc nel vicino campus di Via Caldera garantirà elevati livelli di connettività

09 Nov 2015

Andrea Frollà

Un data center neutrale rispetto agli operatori It e tlc modulabile secondo le esigenze dei propri clienti. Si chiama Internet Park ed è l’ambizioso progetto che WholeData, azienda italiana nata nel 2014, aprirà a Pioltello, alle porte di Milano, su un’area di 30mila metri quadrati e pronta per essere operativa in primavera.

Le dorsali ottiche di numerosi operatori ed enti pubblici come Città Metropolitana di Milano, Fastweb, Telecom Italia, Wind, Interoute, Metroweb e Retelit sono già presenti ai confini del futuro campus e potranno garantire alti livelli di connettività.

L’obiettivo è affiancarsi, tecnologicamente e geograficamente, al nodo nazionale di via Caldera, sede del Milan Internet Exchange (Mix), che rappresenta il punto di interscambio italiano per oltre 150 provider di Internet service. Proprio il Mix è stato tra i soggetti a credere nel progetto di WholeData, visto che all’interno dell’Internet Park ci sarà un’intera sala dedicata alla società.

WEBINAR
DataOps, Cloud e AI: un approfondimento con gli esperti
Cloud
Hybrid cloud

Il presidente del MIX, Joy Marino, ha commentato il progetto sostenendo che “la presenza in un data center con le caratteristiche tecniche e di neutralità del sito di Wholedata consentirà a MIX di poter ampliare e ridondare la propria infrastruttura mantenendo i livelli di continuità del servizio ad oggi in essere nel Campus di Caldera”.

Tra le menti dell’Internet Park c’è Cristiano Zanforlin, managing director di WholeData da oltre 16 anni impegnato nel mondo italiano dei Data Center. La nuova infrastruttura di servizio di Pioltello si rivolgerà ad aziende che necessitano di ampi spazi per lo storage e la gestione dei dati, in un’area in cui la connettività è gestita separatamente grazie alle numerose reti presenti nel sito.

“L’obiettivo principale di WholeData è offrire, con un progetto italiano, un campus tecnologico di nuova generazione che garantisca continuità e sicurezza ai sistemi IT e alle reti dei propri clienti” – ha spiegato Zanforlin – “Il nostro progetto è davvero aperto a tutti, perché assume una posizione di totale neutralità rispetto ai settori della Connettività e dell’Infomation Technology, costituito da Carrier, Internet Service Provider, System Integrator e Cloud Provider”.