I FONDI EUROPEI

Competenze digitali, la Ue mette sul piatto 42 milioni

I bandi lanciati dalla Commissione sono aperti a pubbliche amministrazioni ed enti di ricerca interessati a sviluppare progetti per il potenziamento delle e-skill, con attenzione particolare alla cybersecurity. Si punta a formare 20 milioni di esperti entro il 2030. Ecco come partecipare

Pubblicato il 22 Nov 2023

Patrizia Licata

skill-competenze4

La Commissione europea ha pubblicato una nuova serie di inviti a presentare proposte nell’ambito dei programmi di lavoro 2023-2024 del Digital Europe programme, con particolare attenzione alle competenze digitali avanzate e a quelle in cybersicurezza, per le quali verrà istituita un’Accademia dedicata.

L’obiettivo è garantire che l’Ue abbia almeno 20 milioni di specialisti in Ict impiegati, promuovendo nel contempo la parità di genere, in linea con i target del Digital compass (Bussola digitale) 2030. A tal fine, Bruxelles ha previsto un investimento di 42 milioni di euro per finanziare i progetti di formazione delle e-skill.

Gli inviti sono a disposizione delle imprese, delle pubbliche amministrazioni e di altri soggetti degli Stati membri dell’Ue, dei paesi dello spazio economico europeo (See) e dei paesi associati.

Competenze digitali, 42 milioni di euro dall’Ue 

L’investimento totale di 42 milioni di euro verrà suddiviso nel seguente modo. Un finanziamento di 30 milioni di euro contribuirà alla progettazione e alla realizzazione di programmi di istruzione nel settore delle competenze digitali avanzate per gli sviluppatori e gli utenti di tecnologie digitali avanzate che saranno creati da consorzi di istituti di istruzione, imprese e ricerca. La Commissione indica settori quali intelligenza artificiale, IoT, realtà virtuale e realtà aumentata, cybersicurezza.

WHITEPAPER
Ripensare il performance management. Quali nuovi approcci possibili? Scopri l’app Feedback4You!
Work performance management
Recruiting

È prevista anche un’azione di coordinamento e sostegno, con investimenti per un valore di 2 milioni di euro, per analizzare il fabbisogno avanzato di competenze digitali in Europa nei settori digitali e strategici chiave.

L’Accademia per le skill della cybersicurezza

Altro elemento cardine sarà il contributo della Commissione Ue per affrontare la carenza di professionisti della cybersicurezza nell’Ue: a questo scopo saranno investiti 10 milioni di euro nel lancio dell’Accademia per le competenze in materia di cybersicurezza.

La somma finanzierà l’attuazione di nuove iniziative di formazione e l’espansione di quelle di successo, con particolare attenzione alle esigenze delle piccole e medie imprese (pmi) e della pubblica amministrazione.

Come partecipare al bando

I tre ambiti cui si rivolgono i finanziamenti europei corrispondono alle aree delle tre Open call previste: Specialised education programmes in key capacity areas; Advanced digital skills analysis; Cybersecurity skills academy.

Il 12 dicembre 2023 sarà organizzata una giornata d’informazione. Potranno partecipare, per esempio, gli istituti di formazione superiore, gli enti di ricerca e le società innovative che sviluppano tecnologie digitali. Saranno illustrate le tre call e rappresentanti della European health and digital executive agency forniranno informazioni sul processo di valutazione e le modalità di partecipazione.

Il termine per questo bando è il 21 marzo 2024. Maggiori informazioni sulle domande di sovvenzione per questi inviti a presentare proposte e sui temi pertinenti sono disponibili online sulla pagina dedicata a bandi e finanziamenti nella piattaforma Sedia (Single electronic data interchange area).

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4