Competere entra nell'alleanza mondiale su commercio e innovazione - CorCom

IL PENSATOIO

Competere entra nell’alleanza mondiale su commercio e innovazione

Il think thank italiano tra i fondatori della Global trade and innovation policy alliance. Il presidente Pietro Paganini: “Condivideremo esperienze e risorse per fornire ai governi strumenti e strategie”

22 Ago 2016

A.S.

Competere entra da socio fondatore nel network internazionale di think tank e centri di ricerca per la promozione di politiche per l’innovazione favorevoli alla crescita, alla produttività e al libero commercio. Il pensatoio italiano per l’innovazione e lo sviluppo sostenibile, infatti, è da oggi membro della Global Trade and Innovation Policy Alliance, che collaborerà attivamente con i Governi e i legislatori su alcune tematiche fondamentali come investimenti, competitività, innovazione per lo sviluppo e la crescita e la maggiore apertura dei mercati.

“I governi – sottolinea Pietro Paganini, presidente di Competere (nella foto) – sono finalmente consapevoli che l’innovazione è la chiave per la crescita e la prosperità. Nonostante questo faticano a produrre politiche a favore dell’innovazione. Questa Alleanza ha lo scopo di condividere esperienze e risorse tra i pensatoi che l’hanno costituita al fine di fornire ai governi nazionali e sovranazionali gli strumenti e le strategie per meglio promuovere l’innovazione. Competere è impegnata da anni a stimolare i governi italiani e quello europeo. Aderendo a questo network il nostro operato sarà certamente più efficace, così come potremo esportare quanto facciamo verso quelle regioni del mondo che più ne hanno bisogno”.

Al centro dell’agenda dell’incontro fra i membri fondatori il documento di punti programmatici, si legge in una nota di Competere, che ha come obiettivo la promozione di alcuni temi fondamentali per incoraggiare maggiore apertura dei mercati, maggiori innovazione e investimenti, maggiore competitività in un contesto di regole e pratiche condivise a livello globale.

“Abbiamo lanciato l’Alleanza per fornire un importante supporto ai Governi nell’affrontare alcune tematiche fondamentali nel mondo globalizzato – afferma Stephen Ezell, vice presidente per le politiche globali per l’innovazione dell’Information Technology and Innovation Foundation – Il nostro obiettivo e la nostra speranza è quella di massimizzare i benefici dell’innovazione a livello globale sia nei paesi sviluppati sia in quelli in via di sviluppo”.

Oltre a Competere i membri dell’alleanza globale sono il C.D. Howe institute (Canada), il Center for social and economic research (Polonia), il Geneva Network (Regno Unito), la Fundación Idea (Messico), l’Icrier (India), l’Information technology and innovation foundation (Usa), The Legatum Institute (Regno Unito), The Lisbon Council (Belgio), lo Shanghai institute of science and technology policy (Cina), la Swedish agency for growth policy analysis (Svezia), TicTac de la Ccit (Colombia).

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
competere
P
pietro paganini