Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

AUDIOVIDEO

Contenuti TV, è l’era del 4K-Hdr: via satellite la Formula 1 su Sky

Tutte le gare del mondiale 2018 in diretta via Hotbird nell’innovativo formato grazie all’accordo con Eutelsat. Più qualità per ciascun pixel. Renato Farina: “Il satellite tecnologia ideale per la trasmissione di contenuti televisivi in altissima qualità tecnica”

27 Mar 2018

E’ il satellite la tecnologia che farà fare alle immagini il salto di qualità: si chiama 4K HDR il nuovo formato che supera la “vecchia” alta definizione, HD, e permetterà una visione con un sostanziale aumento della gamma dei colori. Non a caso è via satellite – quello di Eutelsat, in pole position per il successo Ferrari al Gran Premio d’Australia – la prima trasmissione live in 4K HDR su Sky Sport F1. Grazie a Sky e Sky Q tutte le gare del mondiale 2018 saranno trasmesse in diretta via Hotbird nell’innovativo formato. In questo senso Eutelsat annuncia con soddisfazione l’entrata della televisione italiana nella nuova era del 4K Hdr (High Dinamic Range).

L’avvio delle trasmissioni dell’intera stagione di un evento sportivo in questo formato, è avvenuto in esclusiva live via Hotbird su Sky Sport F1 con il Gran Premio d’Australia di F1, rendendo ancora più spettacolare il weekend motoristico segnato dal trionfo Ferrari. Una tre giorni che rappresenta la prima delle 21 tappe della stagione di Formula 1 appena cominciata. Infatti, grazie a Sky Q, tutte le gare del campionato 2018 verranno veicolate via satellite in diretta in HDR, tecnologia rappresentativa della più grande evoluzione della TV in termini di qualità dell’immagine dopo l’esordio dell’HD avvenuto oltre 10 anni fa. L’attesa scelta di Sky di introdurre l’HDR va infatti oltre il solo incremento del numero pixel che garantisce il 4K (da 2 milioni di pixel dell’HD a 8 milioni), esaltando l’esperienza di visione anche con un sostanziale aumento della gamma dei colori.

In particolare, la soluzione è capace di conferire a ciascun pixel una più alta qualità rendendo ogni immagine viva e profonda, ma soprattutto permettendo allo spettatore di entrare in una nuova esperienza di visione caratterizzata da contrasti reali. Anche in virtù dell’elevata banda che è in grado di garantire il satellite nella distribuzione del segnale, il pubblico raggiunge un livello di coinvolgimento senza precedenti e per la prima volta ha la possibilità di vivere con un forte realismo ogni istante e ogni dettaglio del Gran Premio.

“Il Mondiale di F1 in 4K HDR – afferma Renato Farina, amministratore delegato di Eutelsat Italia – conferma la forte spinta innovativa di Sky, che Eutelsat ha costantemente supportato nel quadro di una relazione divenuta sempre più intensa. Nel 2006 questo cammino verso il futuro ha portato alle prime trasmissioni HD in Italia e oggi varca la dimensione dell’HDR. Un risultato significativo per il pubblico televisivo del nostro Paese che sottolinea come il satellite rappresenti la tecnologia ideale per la trasmissione di contenuti televisivi in altissima qualità tecnica”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

E
eutelsat
S
Sky

Articolo 1 di 5