Conti da capogiro per Apple: utili a +110%. Per Samsung balzo del 46% - CorCom

LE TRIMESTRALI

Conti da capogiro per Apple: utili a +110%. Per Samsung balzo del 46%

Nel secondo trimestre Cupertino registra profitti a quota 23,6 miliardi di dollari. Ricavi a 89,58 miliardi (+54%): trainano le vendite di iPhone 5G. Profitti a 6,4 miliardi per la casa coreana che però dovrà vedersela con una pesante tassa di successione di 9 miliardi

29 Apr 2021

F. Me.

Conti da capogiro per Apple e Samsung. Dopo le trimestrali da record di Microsoft e Google, anche Cupertino e il colosso coreano registrano un trimestre record.

Apple ha archiviato i tre mesi con utili oltre le attese: 23,6 miliardi di dollari (+110%) o 1,40 dollari ad azione a fronte di previsioni che stimavano 0,99. In forte rialzo, anche in questo caso oltre quanto si aspettava il mercato, i ricavi che si sono attesati su 89,58 miliardi (+54%) contro i 77,36.

Le vendite di iPhone sono aumentate rispetto al primo trimestre del 2020 del 65,5% a 47,94 miliardi di dollari, trainate dagli utenti che hanno cambiato modello e acquistato un Melafonino 5G.

Risultati migliori delle attese anche negli altri segmenti: i ricavi da servizi sono stati di 16,90 miliardi (+26,7%), quelli dalla vendita di Mac di 9,10 miliardi (+70,1%), i ricavi dagli iPad 7,8 miliardi (+78,9%), quelli da altri prodotti 7,83 miliardi (+24%). Il margine lordo è stato del 42,5%, contro attese per il 39,8.

“Questo trimestre riflette sia la capacità dei nostri prodotti di aiutare i nostri utenti a superare questo momento, sia l’ottimismo dei consumatori per i giorni migliori che ci attendono”, ha commentato il ceo di Apple, Tim Cook.

Forte di questi risultati Cupertino ha annunciato che aumenterà il dividendo del 7% a 0,22 dollari ad azione; autorizzato anche un buyback – da 90 miliardi di dollari.

La trimestrale ha fatto schizzare le azioni della Mela al 3,2% nell’after-hours.

I conti di Samsung

Profitti in volata anche per Samsung che ha registrato un balzo del 46,3% dell’utile netto, a 6,4 miliardi di dollari, nel primo trimestre rispetto allo stesso periodo del 2020, guidato soprattutto dalle vendite degli smartphone. L’utile operativo è salito del 45,4% mentre le vendite hanno registrato un aumento del 18,2%.

WEBINAR
13 Dicembre 2021 - 17:00
Mariano Corso su Diversity e Inclusione nelle aziende e nelle PA
Digital Transformation
Open Innovation
Nonostante i conti record su Samsung si è abbattuto l’affare eredità. Costeranno infatti poco meno di 9 miliardi di euro – 12.000 miliardi di won coreani – le tasse di successione degli eredi del gruppo Samsung, dopo la scomparsa, lo scorso ottobre del patriarca Lee Kun-hee. A fare i calcoli è stata la stessa famiglia, a cui le autorità fiscali avevano concesso sei mesi di tempo per effettuare queste valutazioni.
Secondo quanto riporta il Financial Times, gli stessi eredi hanno puntualizzato che la cifra a cui sono arrivati equivale a un multiplo di tre o quatto volte tutto quanto incassato lo Stato della Corea del Sud in tasse di successione lo scorso anno. Il pagamento di questa immensa tassa di successione richiederà 5 anni e avverrà in sei tranche. Ma gli eredi di Samsung hanno voluto spingersi oltre: doneranno milioni di euro per le cure sui tumori infantili, le ricerche sui vaccini e i trattamenti ospedalieri delle malattie infettive. Infine, la gigantesca collezione di opere d’arte del magnate – oltre 23mila pezzi tra cui quadri di Monet, Picasso e Dalì, oltre che di celebri artisti coreani – verrà donata ai musei nazionali.
@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

A
apple
S
samsung