Coronavirus, il World economic forum crea una task force per il business - CorCom

L'INIZIATIVA

Coronavirus, il World economic forum crea una task force per il business

Fare fronte comune all’ermegenza e mettere in campo azioni per contrastare anche gli impatti sull’economia oltre che quelli sanitari. Numerose le multinazionali che hanno già aderito, fra cui Alphabet e Hp. E scende incampo anche il Nasdaq

16 Mar 2020

Antonio Dini

L’Organizzazione mondiale della sanità e il World Economic Forum lanciano una task force  in risposta all’emergenza coronavirus. La task force “Covid Action Platform“, è stata creata a seguito di una conference call organizzata con oltre 200 leader aziendali di tutto il mondo. In campo fra gli altri Alphabet, il Nasdaq, Kpmg, Hp, Volkswagen, Bank of America e Deloitte.

Gli obiettivi principali del gruppo sono: assicurare che le catene di approvvigionamento globali delle più importanti materie prime rimangano operative, facilitare le donazioni aziendali ai bisogni di salute pubblica, e perseguire collaborazioni per affrontare le questioni economiche e commerciali.

“Il coronavirus – sottolinea Klaus Schwab, fondatore e presidente esecutivo del World Economic Forum – sta causando emergenze sanitarie e perturbazioni economiche che nessun singolo stakeholder può affrontare da solo. La nostra migliore e unica risposta deve essere quella di intraprendere azioni concertate. La piattaforma d’azione Covid è al centro della nostra missione e attingiamo a tutti i nostri membri e partner, comunità e capacità per renderla un successo”.

WHITEPAPER
Trasformazione digitale: le tecnologie più rilevanti per supportare la crescita delle aziende
Digital Transformation

I partecipanti al World Economic Forum sottolineano che la piattaforma è aperta a tutte le aziende e parti sociali interessate che desiderano essere coinvolte.

“Il settore privato – sottolinea Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Oms – ha un ruolo essenziale da svolgere nella lotta a questa crisi di salute pubblica attraverso le sue competenza, la capacità di innovazione e le sue risorse. Chiediamo alle aziende e alle organizzazioni di tutto il mondo di sfruttare appieno questa piattaforma a supporto della risposta globale della salute pubblica al coronavirus”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3