LO SBARCO

Criptovalute, la tedesca Trade Republic si registra in Italia

La piattaforma di investimento ha annunciato di aver completato l’accreditamento come operatore nel nostro Paese, dopo che lo scorso dicembre aveva già iniziato ad offrire servizi

19 Lug 2022

Lorenzo Forlani

criptocoin-170810131326

Dopo la “succursale” italiana di Binance, forse la più famosa piattaforma di investimento in criptovalute, anche la tedesca Trade Republic ha annunciato ieri di aver completato la registrazione come operatore di criptovalute in Italia, dopo aver ricevuto il via libera dalla Consob, e circa otto mesi dopo che aveva iniziato a offrire alcuni servizi nel Belpaese. Trade Republic offre la possibilità di investire anche in azioni, derivati, fondi, ed ha recentemente lanciato i propri servizi anche in Spagna.

Lo scorso febbraio il ministero dell’Economia italiano, per proteggere i risparmiatori, ha creato un nuovo registro speciale, assieme all’autorità di regolamentazione dei broker, cioè l’Organismo degli Agenti e dei Mediatori (Oam), per mappare e registrare tutti gli operatori di criptovalute che abbiano una presenza stabile nel paese, a condizione di rispondere a certi requisiti di conformità. Una tendenza che cresce sempre di più a livello globale, vista la crescente popolarità di queste piattaforme e dei crypto asset.

Necessario regolare un mercato opaco

Il nodo centrale è come regolare il mercato, nel quale allo stato attuale regna l’opacità, e come proteggere i consumatori, la stabilità del sistema finanziario e come monitorare l’uso illecito delle monete digitali (ad esempio per attività di riciclaggio). Solo lunedì scorso anche l’exchange americano Coinbase Global aveva annunciato a sua volta di aver ufficialmente superato i requisiti richiesti dall‘Oam per potersi registrare in Italia.

WHITEPAPER
Le fasi del mining: stabilire un obiettivo e la criptovaluta. Scopri di più
Blockchain
Criptovalute

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5