IL CASO FTX

Criptovalute, Sam Bankman-Fried condannato a 25 anni di carcere per frode

Supera i 550 milioni di dollari la perdita derivante dal fallimento della piattaforma. Il tribunale di New York ha ritenuto il fondatore colpevole di tutti e sette i reati di truffa e riciclaggio di cui era accusato

Pubblicato il 29 Mar 2024

Domenico Aliperto

Sam Bankman-Fried

Sam Bankman-Fried, il fondatore della piattaforma Ftx, è stato condannato ieri a 25 anni di carcere per aver sottratto 8 miliardi di dollari ai clienti della borsa di criptovalute, ora fallita. L’uomo, 32 anni, rischiava fino a 110 anni di prigione.

La decisione del giudice di Manhattan

Il giudice distrettuale Lewis Kaplan, emettendo la sentenza alla fine dell’udienza che si è tenuta presso il tribunale di Manhattan, ha riferito che la perdita totale di denaro provocata dalla frode supera i 550 milioni di dollari e ha respinto la tesi di Bankman-Fried, secondo cui i clienti di Ftx non hanno effettivamente perso denaro. La giuria ha dunque dichiarato Bankman-Fried colpevole di sette capi d’accusa per frode e cospirazione derivanti dal crollo di Ftx nel 2022, in quella che i pubblici ministeri hanno definito una delle più grandi frodi finanziarie della storia degli Stati Uniti.

WHITEPAPER
L'Intelligenza Artificiale entra nel mondo dei pagamenti digitali: sfide, opportunità e vantaggi
FinTech
Pagamenti digitali

Il giudice Kaplan ha sottolineato che Bankman-Fried non ha mostrato alcun rimorso. “Sapeva che era sbagliato”, ha detto il magistrato. “Sapeva che era un crimine. Si rammarica di aver fatto una pessima scommessa sulla probabilità di essere catturato. Ma non ha intenzione di ammettere nulla, come è suo diritto”.

Bankman-Fried ha in effetti riconosciuto che i clienti di Ftx avevano sofferto e si è scusato con i suoi ex colleghi di Ftx, ma non ha ammesso di aver commesso alcun reato. Ha anzi annunciato che ricorrerà in appello contro la condanna e la sentenza.

La posizione della difesa

Il processo era durato un mese, con la pubblica accusa che aveva potuto contare sul pentimento e la cooperazione di numerosi ex stretti collaboratori di Bankman-Fried. La procura ha definito l’ex re delle cripto uno spregiudicato miliardario che si è fatto architetto di una colossale truffa. Ha usato fondi di clienti, ingannandoli, per propri investimenti rischiosi, acquisti di immobili di lusso, donazioni politiche e spese personali.

In particolare, tre ex stretti collaboratori hanno testimoniato per l’accusa sostenendo che Bankman-Fried aveva dato loro ordine di usare i fondi dei clienti di Ftx per tamponare le perdite di Alameda Research. Tutti e tre si sono dichiarati colpevoli di frode. Per Kaplan, quindi, Bankman-Fried ha mentito quando ha testimoniato che non sapeva che Alameda Research aveva speso i depositi dei clienti presi da Ftx.

L’avvocato Marc Mukasey, che aveva chiesto tra i cinque e i sette anni di condanna, ha cercato di confutare la tesi che associa Bankman-Fried a noti truffatori come Bernie Madoff, affermando che “non era uno spietato serial killer finanziario”, ma piuttosto un “goffo nerd matematico” che ha cercato di recuperare i soldi dei clienti dopo il crollo di Ftx. “Sam Bankman-Fried non prende decisioni con malanimo nel cuore”, ha aggiunto Mukasey. “Prende decisioni con la matematica in testa“.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Argomenti trattati

Personaggi

S
Sam Bankman-Fried

Aziende

F
Ftx

Approfondimenti

B
Bitcoin
C
criptovalute
F
Fintech

Articolo 1 di 4