Cybersecurity e smart city, a Pescara una super control room: 332 telecamere in 4k - CorCom

IL PROGETTO

Cybersecurity e smart city, a Pescara una super control room: 332 telecamere in 4k

Il sistema scatterà foto e girerà video per monitorare il traffico urbano e rilevare situazioni di pericolo per la sicurezza pubblica

12 Nov 2021

A Pescara debutta la control room di nuova generazione: 332 telecamere 4k – una per  ogni 360 abitanti – installate dall’amministrazione comunale che scatteranno foto e gireranno video, per tutelare il patrimonio pubblico da atti di vandalismo, al monitoraggio del traffico urbano e alla rilevazione di situazioni di pericolo per la sicurezza pubblica.

Per il sottosegretario del ministero dell’Interno Nicola Molteni, l’apertura della Control Room “rappresenta una grande opportunità: si investe in sicurezza e quindi c’è un progetto congiunto tra l’amministrazione e il ministero dell’Interno. Un milione e 400mila euro di investimento, 900 mila messi dal ministero, per potenziare vigilanza e controllo del territorio e la sicurezza urbana. La sinergia tra enti locali e ministero dell’interno è vincente. Quella di oggi è una giornata positiva per i cittadini pescaresi e la loro sicurezza.

“C’è altissimo livello e attenzione altissima sul tema della sicurezza e del territorio. Non si fa sicurezza solo con l’occhio elettronico; ma soprattutto con l’occhio fisico e quindi stiamo lavorando anche per potenziare gli organici in modo particolare delle Forze dell’Ordine e permettere alle amministrazioni locali, ad esempio con la riforma della Polizia Locale, di essere nelle condizioni poter utilizzare meglio quelle risorse umane, economiche e fisiche che possono garantire la sicurezza ai cittadini”.

Il sindaco di Pescara Carlo Masci ha parlato di “grande giornata per la città che si dota di in sistema di video sorveglianza di ultimissima generazione che permetterà un controllo capillare con un impianto che sarà utilizzato e sarà a disposizione di tutte le forze dell’ordine”.

Il debutto fa seguito al via libera del Consiglio Comunale del nuovo regolamento per la videosorveglianza pubblica,

“Oggi realizziamo un importante salto di qualità per Pescara- al fine di garantire una adeguata risposta sotto il profilo della prevenzione e della tutela da azioni criminose, vandaliche, di danneggiamento e di abbandono abusivo di rifiuti – spiega l’assessore alla Sicurezza Adelchi Sulpizio – Nello stesso tempo questo Regolamento ottiene un fondamentale obiettivo, ossia il raggiungimento di un punto di equilibrio tra le esigenze di sicurezza della nostra città e il diritto alla privacy dei cittadini. La presenza di una sala di controllo evoluta, che inaugureremo domani, rappresenta il valore aggiunto dell’intero progetto perché integra funzionalità di analisi video, intelligenza artificiale e autoapprendimento.”

Il regolamento disciplina l’uso delle telecamere per la questione della privacy individuando i soggetti coinvolti al trattamento dei dati e le relative funzioni, il rispetto delle norme e direttive comunitarie sulla riservatezza e le garanzie riconosciute ai privati titolari del diritto di accesso alle informazioni che, una volta acquisite, saranno conservate per 7 giorni dalla data della rilevazione, in assenza di richieste da parte dell’autorità giudiziaria.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

C
control room
P
pescara

Articolo 1 di 5