Da Pisa agli Usa: sul podio il software made in Italy per le macchine virtuali - CorCom

ECCELLENZE ITALIANE

Da Pisa agli Usa: sul podio il software made in Italy per le macchine virtuali

Lizzo e Lettieri si aggiudicano il Best Paper Award in California per la piattaforma mSwitch. E’ il miglior lavoro scientifico dell’anno

18 Giu 2015

DE.A.

Premiata negli Stati Uniti l’informatica pisana: Luigi Rizzo e Giuseppe Lettieri, rispettivamente docente e ricercatore del dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Pisa, hanno ricevuto il Best Paper Award, premio per il miglior lavoro scientifico, alla conferenza Acm Sigcomm Symposium on Sdn Research, che si è svolta a Santa Clara, in California.

Il riconoscimento è arrivato per ‘mSwitch‘, un software che permette la comunicazione tra ‘macchine virtuali’, i sistemi che realizzano una gran parte dei servizi Internet. “Già nel 2012 – spiega Rizzo – avevamo sviluppato un software switch interamente pisano, denominato Vale e operante con una velocità ed efficienza fino a 10 volte superiore rispetto a sistemi analoghi. Ora ‘mSwitch’ estende Vale rendendolo ancora più veloce e versatile ed entrambi sono parte dell’architettura ‘netmap’, ideata e sviluppata fin dal 2011 proprio per rispondere alle esigenze di comunicazione su reti a 10 gigabit e oltre che in questi anni ha ricevuto oltre 200 citazione e finanziamenti per oltre 400 mila euro. Da oltre venti anni distribuiamo i risultati delle nostre ricerche come software open source e la nostra qualità è molto apprezzata tanto che il nostro software fa parte di numerosi sistemi operativi (Freebsd, Linux, Apple, Osx), oltre che essere usato in prodotti commerciali”.