Dalla Rai alla Tv 2.0, Leone a TimVision: ma Telecom smentisce - CorCom

RUMOR

Dalla Rai alla Tv 2.0, Leone a TimVision: ma Telecom smentisce

L’azienda giudica “priva di fondamento” l’indiscrezione secondo cui il dirigente neo-dimissionario Rai sarebbe candidato a guidare la nuova società

21 Dic 2016

Tim giudica “priva di fondamento” l’indiscrezione che vuole Giancarlo Leone numero uno della futura società TimVision, la “creatura” destinata a guidare l’operatore Tlc nel mercato dei contenuti. Il rumor si è “acceso” all’indomani delle dimissioni annunciate a sorpresa dallo storico dirigente di viale Mazzini: “Mi attendono sfide professionali impegnative nel settore dei media” ha detto nell’occasione. Nessun altro dettaglio da parte di Telecom che presenterà in febbraio il piano industriale.

Dirigente Rai di lungo corso, Leone ha lavorato all’azienda pubblica per 33 anni. Figlio dell’ex presidente della Repubblica Giovanni Leone, era entrato a Televideo Rai nel 1983 per poi approdare a diversi incarichi di alto profilo all’interno dell’azienda: due volte vice direttore generale, Ad di Rai cinema anche durante la direzione di Flavio Cattaneo, capo dell’intrattenimento e direttore di Raiuno.

WHITEPAPER
Trasformazione digitale: le tecnologie più rilevanti per supportare la crescita delle aziende
Digital Transformation

Negli anni in cui è stato a capo della società di Rai Cinema ha dato vita ad importanti produzioni (fra gli altri Gomorra di Matteo Garrone, I cento passi di Marco Tullio Giordana, L’ora di religione di Marco Bellocchio, Caterina va in città di Paolo Virzì).