L'APPROFONDIMENTO

Digital manufacturing, ecco le sei aziende leader mondiali

Le soluzioni Mes (Manufacturing Execution Systems) elemento fondante della produzione digitale. Il mercato in fase di evoluzione: i fornitori sempre più orientati verso nuove soluzioni per tenere il passo con le startup. Lo scenario mappato nel Magic Quadrant Gartner

Pubblicato il 17 Mag 2023

Patrizia Licata

giornalista

image

Le soluzioni Mes (Manufacturing execution systems) sono un elemento fondamentale del digital manufacturing e del paradigma Industria 4.0. Per le aziende che acquistano è importante scegliere soluzioni ad alto tasso di innovazione. Per i vendor che sviluppano e commercializzano prodotti Mes è altrettanto importante tenersi al passo con le startup, orientandosi verso le tecnologie più recenti. Il Magic Quadrant di Gartner più aggiornato sui sistemi Mes offre una panoramica dei fornitori, con sei leader e una schiera di sfidanti e visionari, e rappresenta una fotografia utile a capire come si muove il mercato.

Che cosa deve fare un sistema Mes

I Mes, secondo la definizione della società di ricerche, è una classe specialistica di software orientato alla produzione che gestisce, monitora e sincronizza l’esecuzione di processi fisici in tempo reale coinvolti nella trasformazione delle materie prime in prodotti intermedi e/o finiti. Questi sistemi coordinano l’esecuzione degli ordini di lavoro con la programmazione della produzione e sistemi aziendali come Erp e gestione del ciclo di vita del prodotto (Plm). Le applicazioni Mes forniscono anche feedback sulle prestazioni del processo e supportano la tracciabilità a livello di componenti e materiali, la genealogia e l’integrazione con la cronologia del processo, ove richiesto.

e-book
Smart Manufacturing e Industry 4.0: come “iniettare” intelligenza nei processi
Manifatturiero/Produzione
Smart manufacturing

I sistemi Mes hanno nove funzioni principali: Gestione dei dati di produzione – Archivio dei dati operativi – Dispacciamento (la capacità di inviare il lavoro in base all’autorizzazione globale dell’Erp) – Gestione della produzione, esecuzione e monitoraggio della qualità in-process – Processi di gestione della qualità relativi alla produzione – Applicazione delle procedure (garantisce che tutte le fasi del processo di produzione siano eseguite nell’ordine corretto, al momento giusto, dalla corretta risorsa formata/certificata e in conformità con i requisiti di qualità) – Attrezzature – Integrazioni con Erp – Gestione della catena di approvvigionamento (engineering/Plm)

I sei leader

Critical Manufacturing

Il Mes di Critical Manufacturing è incentrato sulla produzione discreta, con la crescita più rapida nei settori dei semiconduttori, dei dispositivi medici, dell’elettronica e della produzione discreta in generale. Le sue operazioni sono geograficamente diversificate in Emea, Nord America e Asia/Pacifico (Apac).

Punti di forza

Prodotto: Il Mes di Critical Manufacturing ha una solida gestione dei dati, analisi e capacità Mes estese, in particolare per semiconduttori e dispositivi medici. La sua moderna piattaforma gestisce i dati IoT e Mes transazionali nello stesso modello di dati.

Marketing: in qualità di fornitore più piccolo, Critical Manufacturing espande continuamente il proprio ecosistema di partner e integratori.

Soddisfazione del cliente: Ha valutazioni di soddisfazione del cliente più elevate rispetto alla maggior parte dei fornitori

Punti deboli

Fornitura di servizi: l’elevata crescita dell’adozione da parte dei clienti da parte di Critical Manufacturing e l’aggiunta di risorse interne ed esterne potrebbe portare a una perdita di controllo sulla qualità.

Prodotto o servizio: Critical Manufacturing sta migliorando la sua tecnologia e semplificando gli aggiornamenti, ma i clienti non passano a versioni più recenti a un ritmo molto rapido.

Innovazione: le innovazioni nella componibilità e nel low-code sono ben avviate e oggi si concentrano principalmente sulle funzioni di analisi. La riprogettazione della funzionalità di esecuzione core deve ancora essere finalizzata

GE Digital

Con il suo prodotto Proficy smart factory (Mes), GE Digital supporta la produzione di processo, la produzione ripetitiva di flussi/batch e la produzione discreta. Le sue operazioni sono geograficamente diversificate, così come la sua base di clienti. I clienti sono prevalentemente nei prodotti di consumo, industrie chimiche e automobilistiche. Dopo lo scorporo di alcune divisioni di GE, GE Digital e le attività di GE sull’energia fanno parte di una nuova società, GE Vernova.

Punti di forza

Innovazione: GE Digital è stato uno dei primi fornitori di Mes/automazione ad adottare le nuove tecnologie dei microservizi per unire le funzionalità Mes e IIoT. La sua versione 2023 (rilasciata a novembre 2022) include le versioni cloud della sua piattaforma per le operazioni di produzione (storico, analisi, esecuzione della produzione e hub operativo).

Strategia di prodotto e Operazioni di business: GE Digital sta investendo nelle risorse di vendita e assistenza.

Punti deboli 

Nuova piattaforma tecnologica: mentre GE Digital ha compiuto enormi passi avanti nella conversione di Proficy Smart Factory (mes) in microservizi/applicazioni containerizzate, ora sta trasformando parte dell’infrastruttura di base e questo ritarda il completamento.

Migrazione del prodotto: alcuni clienti hanno riferito che non esiste un percorso chiaro dalle versioni personalizzate precedenti di Proficy plant applications e Proficy for manufacturing discrete  alla nuova Proficy smart factory (Mes).

Supporto dell’infrastruttura: I clienti che scelgono di implementare l’offerta di GE Digital on-premise e non hanno familiarità con il supporto di tecnologie più recenti come Docker Swarm sono rimasti sorpresi dall’onere It aggiuntivo dovuto al supporto di un’infrastruttura più complessa. GE Digital prevede di affrontare parte di questa complessità con un’offerta basata su Kubernetes completamente cloud-native alla fine del 2023.

iTac Software

Il prodotto Mes di iTac Software, iTac.Mom.Suite, è focalizzato sulla produzione discreta di flussi ripetitivi e ad alto volume. I suoi clienti sono nel settore automobilistico, medico ed elettronico. Il software di iTac può essere eseguito on-premise o nel cloud, ma Gartner stima che oltre il 90% dei suoi clienti utilizzi la sua soluzione on-premise. La sua base di clienti è geograficamente diversificata e quasi la metà si trova nell’area Emea.

I principali miglioramenti includono una migliore integrazione nel modulo QM di iTac, più opzioni low-code per lo sviluppo dell’interfaccia utente e i flussi aziendali e una maggiore integrazione con la sua offerta IIoT. La transizione verso un’architettura di microservizi che supporta varie tecnologie di container è in corso.

Punti di forza

Strategia verticale/di settore: l’integrazione tra iTAC e la sua società madre, il Gruppo Dürr, ha contribuito a migliorare la connettività dell’interfaccia utente e delle apparecchiature, raggruppando le risorse e coordinando gli sforzi di sviluppo tra Dürr, iTAC e Cogiscan.

Innovazione: la filosofia di iTAC di un’integrazione chiavi in ​​mano tra il Mes e la sua piattaforma edge IIoT supporta bene i suoi settori principali. La gestione integrata dei trasporti è un altro punto di forza.

Usabilità: l’interfaccia utente è stata standardizzata e funziona bene su Pc, tablet e soprattutto configurazioni mobili.

Punti deboli

Integrazione con le applicazioni aziendali: l’integrazione Erp è principalmente per Sap Erp e il supporto di S/4Hana è previsto per la fine del 2023. Non vi è alcun impegno attuale per Sap Business Technology Platform. I clienti che utilizzano altri Erp o diversi Plm devono utilizzare integrazioni meno standardizzate.

Innovazione dell’architettura: è in corso la scomposizione delle versioni legacy di iTAC e la versione 11.0 di iTAC ha aggiunto nove microservizi aggiuntivi al set di 11 precedentemente disponibili. Non è stata fornita alcuna data finale per arrivare a un’architettura completamente componibile.

Reattività del mercato: dopo aver effettuato forti investimenti nella soluzione, iTAC dovrebbe adottare un approccio più proattivo per aiutare i propri clienti ad adottare versioni più recenti e utilizzare tutti i miglioramenti del prodotto.

Körber

Il prodotto Werum Pas-X di Körber è focalizzato sull’industria delle scienze della vita, prevalentemente farmaceutica e biotecnologica. Le operazioni di Körber sono geograficamente diversificate e i suoi clienti includono gran parte delle prime 50 aziende farmaceutiche/biotecnologiche. Il prodotto software farmaceutico di Körber si sta espandendo facendo leva sul successo nello sviluppo di microservizi e funzionalità Ebr (master batch record) abilitate per il cloud ad altre aree del prodotto. Werum PasX 3.3 è completamente containerizzato e supporta sia Docker Swarm che Kubernetes. Il Pas-X di nuova generazione include un framework backbone Api che sostituisce la necessità di personalizzazioni di base, un passaggio al cloud e una modifica a un modello di supporto del flusso di evoluzione continua (Ces) per ridurre al minimo le interruzioni.

Punti di forza

Strategia verticale/di settore: la Business Area Pharma di Körber ha una solida conoscenza del business farmaceutico e un prodotto che supporta questo business.

Innovazione: Körber ha aggiunto un Mbr senza codice con una funzionalità drag-and-drop basata su un set di oggetti riutilizzabili per Mbr e simulazione di ricette. Werum Pas-X Savvy ha introdotto un “modello di processo integrato” (Ipm o integrated process model) per ridurre il numero di esperimenti nella fase di sviluppo del processo, creando e gestendo un digital twin del processo produttivo.

Implementazione e formazione: Körber sfrutta le proprie competenze interne per offrire servizi di implementazione e formazione.

Punti deboli

User experience: Körber è stato lento nel migliorare la sua Ui/Ux. I clienti hanno espresso preoccupazione per la mancanza di progressi.

Tecnologia di integrazione aziendale: Körber è in ritardo rispetto alla maggior parte dei fornitori in questo ambito (ad esempio, integrazione dell’Erp e del supply chain management).

Copertura geografica: Circa la metà dei suoi clienti ha sede in Emea.

Rockwell Automation

Rockwell Automation è ora unita a Plex, che è stata acquisita da Rockwell nel settembre 2021. FactoryTalk di Rockwell è altamente personalizzabile e si concentra sulla produzione di grandi volumi, con moduli applicativi specifici su misura per Oem automobilistici, pneumatici, beni di consumo e prodotti farmaceutici. Plex Mes di Rockwell è utilizzato principalmente da produttori discreti e batch/processi nei settori automobilistico, industriale e alimentare e delle bevande.

Rockwell sta costruendo il suo centro di eccellenza Ux congiunto per armonizzare le interfacce utente dei diversi prodotti. Rockwell deve decidere come superare i potenziali conflitti.

Punti di forza

Portafoglio di prodotti: il portafoglio Rockwell offre una scelta tra soluzioni on-premise altamente personalizzabili e una soluzione di cloud pubblico configurabile, ma per il core Mes è l’una o l’altra.

Strategia verticale/di settore: la combinazione delle capacità di Plex e Rockwell e delle competenze verticali sta mostrando i primi vantaggi per i clienti comuni in più settori. I primi clienti segnalano implementazioni congiunte di FactoryTalk e Plex Mes (ovvero, utilizzando le funzionalità di gestione della qualità di Plex con FactoryTalk).

Strategia go-to-market: l’arrivo dei veterani dell’industria del software Plex in Rockwell ha contribuito a trasformare la debolezza dello scorso anno in un punto di forza. La strategia di go-to-market e di prodotto è chiara e mirata.

Punti deboli

Piattaforma: l’architettura SaaS multi-tenant di Plex non fornisce tutti i servizi richiesti da un PaaS, che sarebbe necessario per essere una piattaforma unificata.

Convergenza dei prodotti: i potenziali clienti di Rockwell dovranno fare attenzione a non confondersi sulla sovrapposizione di prodotti nel portafoglio Rockwell. La tabella di marcia di Rockwell dovrà affrontare le sovrapposizioni nella copertura tecnologica e di segmenti industriali.

Presenza globale: anche con la società unita, l’acquisizione di nuovi clienti della soluzione Plex cloud Mes è ancora prevalentemente in Nord America. Una maggiore espansione internazionale deve ancora concretizzarsi.

Siemens Digital Industries Software

Gli Opcenter Execution Products di Siemens Digital Industries Software coprono discrete manufacturing, process manufacturing, nonché soluzioni specifiche per l’elettronica, i dispositivi medici e la diagnostica, i prodotti farmaceutici e i semiconduttori. Le sue operazioni sono geograficamente diversificate, così come i suoi clienti. Elettronica, semiconduttori e scienze della vita rappresentano circa il 50% della sua base di clienti Mes.

Siemens continua a investire nel portafoglio Opcenter in processi (Siemens Xcelerator e Xcelerator Academy), flessibilità e tecnologia (ecosistema low-code, funzionalità closed-loop). Sta inoltre continuando a semplificare l’implementazione e il supporto post-implementazione in tutto il portafoglio per ridurre il costo totale di proprietà (Tco).

Punti di forza

Strategia di offerta: Opcenter Execution fornisce funzionalità Mes a più settori. La visione di Siemens include una roadmap di soluzioni pronte per il cloud, facili da configurare/estendere, composte da moduli in grado di funzionare autonomamente o interconnessi e configurati/estesi per soddisfare le esigenze dei clienti.

Customer experience: gli utenti Siemens hanno dato un punteggio elevato all’interfaccia utente, alla flessibilità e alla stabilità del sistema nelle recensioni dei clienti.

Strategia sulla supply chain: Siemens continua ad espandere la copertura della catena di fornitura.

Punti deboli

Prodotto: la strategia di Siemens è quella di fornire soluzioni Mom su misura per settore per ridurre la complessità dell’implementazione e del supporto. La strategia è stata finora applicata a soluzioni per semiconduttori, elettronica, dispositivi medici e diagnostica e prodotti farmaceutici/biotecnologici.

Facilità di aggiornamento: le critiche più comuni sul set di prodotti Siemens Opcenter riguardano le aree dei processi di aggiornamento complessi e dispendiosi in termini di tempo e la mancanza di una comunicazione chiara sia per l’implementazione che per la documentazione.

Esecuzione delle vendite/prezzi: Siemens è tra i fornitori che stanno tentando di spostare i clienti esistenti dalla licenza perpetua alla licenza basata su abbonamento. I clienti dovrebbero esaminare attentamente queste proposte.

Sfidanti e visionari dei sistemi Mes

Nel Magic Quadrant di Gartner entrano anche gli sfidanti Aegis Software, Dassault Systèmes, Parsec Automation e Tulip.

I visionari selezionati da Gartner sono Applied Materials, Apprentice.io, Aveva, iBASEt e Sap.

Player di nicchia sono Oracle e Sepasoft.

Vendor, è indispensabile innovare

Il mercato Mes è maturo, ma sta subendo notevoli cambiamenti relativi alla tecnologia, all’adattabilità, all’usabilità, all’ampiezza delle funzionalità e alle capacità di dare supporto alle decisioni. I cambiamenti espressi da questi spostamenti del mercato, guidati da fattori come IIoT, composable enterprise  e iniziative governative (ad esempio, Industria 4.0), richiederanno notevole agilità e competenza da parte dei fornitori.

Pertanto, spiega Gartner, in questo Magic Quadrant è stata posta una forte enfasi sulla comprensione da parte dei fornitori di queste dinamiche di mercato e delle sue strategie di prodotto per supportare tali offerte. Esibire e articolare una visione di come evolveranno i sistemi Mes in futuro ed esibire una cultura innovativa, rimangono caratteristiche distintive tra i fornitori.

WHITEPAPER
Industria 4.0: sono solo promesse? Scopri i benefici concreti per il tuo impianto
IoT
API
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Argomenti trattati

Aziende

G
gartner

Approfondimenti

D
digital manufacturing
I
industria 40
I
innovazione

Articolo 1 di 5