SEMPLIFICAZIONE

Digital transformation, Namirial tra i big della firma elettronica

L’azienda marchigiana classificata da Aragon research tra i leader del mercato globale del Digital transaction management. Il Ceo Luigi Enrico Tomassini: “Il nostro obiettivo è aiutare le imprese a semplificare, trasformando i processi da cartacei in digitali”

20 Gen 2017
adobe-firma-digitale-150318101205

Il gruppo Namirial continua la sua ascesa nel mercato mondiale del Digital Transaction Management (Dtm), sfidando colossi come Docusign. Il gruppo, diretto da Claudio Gabellini ed Enrico Giacomelli, con sede in Italia, è stato classificato come un leader europeo e una delle aziende più promettenti e innovative su scala internazionale nel rapporto Forrester: “Vendor Landscape: E-Signature, Q4 2016”.

La valutazione Forrester è stata ulteriormente corroborata nell’ultimo rapporto di Aragon Research: “The Aragon Research Globe for Digital Transaction Management 2016”. L’azienda americana, che analizza l’innovazione, la qualità e l’efficenza dei servizi tecnologici per le imprese a livello globale, ha classificato Namirial tra i leader nel mercato globale del Dtm.

Namirial è sicuramente un vendor da osservare – ha dichiarato Jim Lundy, Ceo di Aragon Research – Le recenti acquisizioni di SIGNificant Software e XYZmo software – continua Jim Lundy, Ceo di Aragon Research – posizionano immediatamente Namirial tra i maggiori fornitori di Dtm in Europa. eSignanyhere, la soluzione omnichannel Dtm di Namirial, è una nuova offerta combinata per il mercato delle firme digitali. Supporta diversi formati di firme digitali, incluso firme di tipo biometrico su tutti i canali (fisico e digitale) e dispositivi (es: PC, tablet, smartphone, totem multimediali)”.

Nel rapporto Aragon, Namirial è stata posizionata nel quadrante dei Leader ed è stata anche riconosciuta come uno dei vendor con presenza globale. La biometria è un elemento fondamentale per molti clienti europei e internazionali, ma non ancora così significativo per il mercato statunitense, dove Adobe e Docusign detengono la maggiore fetta di mercato.

Sulla base di questi recenti rapporti, è chiaro che Namirial è il principale leader da considerare quando le firme legalmente vincolanti sono un importante fattore decisionale, nonché uno dei pochi vendor da tenere in considerazione per qualsiasi progetto che si propone di convertire i processi cartacei in processi digitali.

“Siamo lieti e onorati di essere riconosciuti da Aragon come leader nel Dtm – dice il Ceo di Namirial, Luigi Enrico Tomassini – il nostro obiettivo è quello di aiutare le imprese a semplificare il modo di operare, trasformando processi cartacei, manuali, costosi, lenti e complessi in processi digitali fluidi e adattabili”. Tomasini continua: “Se questo paragone venisse fatto esclusivamente sulla base dei requisiti europei, riteniamo che Namirial sarebbe posizionata al primo posto”.

“Le nostre capacità, la nostra flessibilità e il nostro modello di go-to-market ci renderanno il nuovo vendor che ogni azienda dovrebbe considerare per i propri progetti di digital transformation o per sostituire l’attuale fornitore di firme elettroniche”, osserva Paul Giordano, country manager Noram responsabile dei rapporti con gli analisti.