ANALISI

Digital transformation, un’azienda su tre non è pronta al salto

Analisi Ovum su 7mila IT decision maker a livello globale: i servizi finanziari guidano l’ondata innovativa ma le imprese del settore retail seguono con fatica

12 Dic 2016

Carlo Salatino

Circa un terzo delle aziende globali ammette scarsa preparazione per la digital transformation, intesa come processo di sostituzione delle piattaforme e delle reti tradizionali con un nuovo ambiente digitale coerente, flessibile, efficiente dal punto di vista dei costi e capace di abilitare il cambiamento in modo rapido e dinamico. Questa è la principale considerazione che si evince dall’ultima edizione della ricerca ICT Enterprise Insights for 2017 condotta su scala globale dalla società di consulenza e ricerche di mercato Ovum. La ricerca, che mira a fornire informazioni dettagliate sui trend di mercato in diverse regioni in merito alle tecnologie abilitanti la Digital Transformation (IoT, mobile, BYOD, Cloud), si basa sulla maggiore survey annuale su scala globale che ha interessato più di 7.000 IT decision maker di aziende appartenenti a 63 paesi e relative a 80 tecnologie e 15 industry.

Lo studio rivela che mentre il 60% delle organizzazioni considera abbastanza avanzato o in progress, il proprio processo di digital transformation, solo il 7% crede che questo sia completato. Il restante 33% invece si sente poco preparato e con una vision incompleta.

Tali dati variano sensibilmente in base all’industry considerata. In particolare, i migliori risultati in relazione al grado di preparazione avvertito si hanno nell’ambito dei servizi finanziari e bancari (il 60% degli intervistati riporta uno stato avanzato di trasformazione digitale) e nel settore dei dei servizi pagamenti e assicurativi (40%). Il settore retail invece considera la propria industry quella meno preparata per la digital tranformation. Nel public sector il 38% degli intervistati afferma che il settore sta sperimentando un cambiamento significativo dovuto all’utilizzo delle tecnologie digitali ma solo il 29% pensa che la propria organizzazione sia attivamente coinvolta.

Per quanto concerne la spesa delle aziende e delle pubbliche amministrazioni nei servizi e nelle tecnologie ICT, il trend è positivo con un tasso di crescita maggiore nelle aree del Sud-Est Asiatico e dell’America Latina, con Nord America, Europa Occidentale e Australia a seguire.

WHITEPAPER
Vita da CEO: quali sono gli strumenti necessari ai manager per vincere le sfide professionali
CIO
Digital Transformation

A livello di tematiche, le iniziative più critiche riguardano le strategie di omnichannel customer/citizen engagement, maggiormente focalizzate sul canale mobile. Il 30% delle aziende si trova ad uno stadio iniziale o deve ancora avviare tali iniziative.

Secondo Daniel Mayo, Director of IT, Data & Tools di Ovum “Il livello irregolare di maturità della digital transformation nelle diverse industry e nei diversi paesi ha determinato e continua a determinare uno scenario complesso per i principali player ICT, per cui è necessario attuare strategie rapide e attentamente focalizzate.”

Argomenti trattati

Approfondimenti

D
Digital transformation
O
ovum