Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Digital Venice, già più di 200 iscritti ai workshop

L’8 luglio saranno in Laguna per l’appuntamento sull’Agenda digitale europea i più titolati speaker internazionali. Tra gli italiani il sottosegretario Antonello Giacomelli e Roberto Viola, vice direttore generale Dg Connect

11 Giu 2014

Antonello Salerno

Sono già più di 200 gli iscritti ai 5 workshop della sessione pomeridiana dei lavori di Digital Venice, il summit organizzato per l’8 luglio a Venezia dal Governo Renzi, come primo evento della presidenza di turno italiana del Consiglio Ue. Il programma ufficiale della manifestazione, e di tutta la “digital week” che si volgerà a Venezia dal 7 al 13 luglio, è stato pubblicato ieri sul sito della manifestazione, www.digitalvenice.eu.

Dopo la mattinata dedicata agli interventi più strettamente istituzionali, in cui parleranno il presidente del Consiglio Matteo Renzi e il commissario Ue all’agenda digitale, Neelie Kroes, e in cui sarà siglata la “carta di Venezia”, un memorandum sui punti chiave per la prosecuzione del lavoro sull’agenda digitale, nel pomeriggio gli addetti ai lavori, con la maggior parte delle adesioni che sono arrivate finora da Regno Unito e Germania, si confronteranno su “Digital skills and competences”, “Rethinking ‘digital’ for a new economic development”, “Start-up Europe!”, “Trust and Security in the European Digital Single Market”, e “Smart government and Public Sector Modernization”.

Fra gli speaker internazionali dei workshop hanno finora confermato la loro presenza Ann Mettler, direttore dell’European Digital Forum e cofondatrice del Lisbon Council, Isidro Ballesteros, coordinatore di Start Up Europe della Commssione Ue, Scott Marcus del centro di ricerca Wik di Bonn, che ha collaborato al “Rapporto Caio” sullo stato delle infrastrutture in Italia nel 2013, Ana Neves, direttore del dipartimento sulla società dell’Informazione del ministero dell’Istruzione portoghese, Rachel Neaman, presidente del Digital leaders programme e Robert Madelin, direttore generale della Dg Connect della Commissione Ue.

Tra i relatori italiani, ma tutte le liste saranno complete entro il 16 giugno, sono al momento confermati Antonello Giacomelli, sottosegretario alla Sviluppo economico con delega alle comunicazioni, Anna Masera, capo della comunicazione della Camera dei deputati, Pia Marconi, capo fipartimento Funzione Pubblica, Antonio Nicita, Commissario Agcom e Roberto Viola, vicedirettore generale Dg Connect.

Quanto più in generale alla “digital week”, tra gli ultimi eventi entrati in calendario e-Lex e Istituto per le politiche dell’innovazione organizzano il 9 luglio al Telecom Future Center il workshop “innovation vs. regulation”, per parlare di come servano nuove regole che si adattino meglio alle nuove necessità dettate dall’innovazione, in un incontro aperto a giuristi, giganti del web, giovani promesse e regolatori italiani ed europei.

Articolo 1 di 5