Digital360 potenzia l'offerta: più advisory e servizi remotizzati - CorCom

STRATEGIE

Digital360 potenzia l’offerta: più advisory e servizi remotizzati

Implementati “kit” di piattaforme e consulenza per abilitare il lavoro agile nelle aziende. Riflettori sui webinar: quasi 2mila iscritti all’evento organizzato per Ibm sul cloud. Il ceo Rangone: “Innovazione agevola la ripresa post-emergenza coronavirus”

13 Mar 2020

F. Me.

L’emergenza Coronavirus può diventare un importante chance di innovazione: la diffusione di soluzioni digitali che consentono alle aziende di proseguire le attività possono abilitare muovi modelli di organizzazione di cui fare tesoro e mettere a valore anche nel post-crisi. In questo contesto, per far fronte all’improvviso cambiamento di scenario economico ed organizzativo, Digital360 ha potenziato i suoi servizi digitali con un duplice obiettivo: garantire la continuità di tutte le attività del Gruppo e offrire ai propri clienti un concreto supporto per la gestione della situazione di crisi e per assicurare la continuità delle attività aziendali.

“Questa emergenza che stiamo vivendo, pur nella sua criticità e complessità, può rappresentare un’opportunità per tutte le organizzazioni di sperimentare nuovi metodi di lavoro, nuovi strumenti e canali digitali – spiega Andrea Rangone, ceodel Gruppo Digital360 – Non c’è dubbio che un effetto collaterale positivo di questa incredibile situazione sia proprio una maggiore maturità digitale e propensione all’innovazione del nostro paese, in tutte le sue componenti, private e pubbliche. E questo potrebbe agevolare la ripresa post crisi”.

Relativamente ai servizi interni, la società è passata al completo utilizzo dello smart working, sfruttando al massimo tutti gli strumenti di eCollaboration, eLearning e digital meeting per consentire lo svolgimento efficace del lavoro quotidiano.

Sul fronte dei servizi esterni, è stata potenziata in particolare l’offerta sul mercato su quattro fronti:

  • servizi di advisory alle aziende e alle pubbliche amministrazioni, per adottare lo smart working. In particolare, è stato progettato uno “Smart Working Emergency Kit”, che consente di supportare velocemente le organizzazioni nell’adozione corretta del lavoro agile, dal punto di vista giuslavoristico, organizzativo e tecnologico e con percorsi formativi ad hoc per aiutare le persone a migliorare le modalità di lavoro a distanza;
  • servizi per organizzare webinar online, convegni complessi completamente in streaming, tavole rotonde digitali. È stato in particolare messo a punto un kit di intervento per trasformare qualsiasi format di evento in presenza fisica già pianificato in un equivalente evento digitale, per evitarne l’annullamento;
  • servizi di formazione a distanza, basati sulla piattaforma di smart learning 360DigitalSkill, incentrati in particolare sull’emergenza in corso e su possibili azioni per gestirla al meglio a livello aziendale;
  • servizi di advisory completamente remotizzati in ambito legale, audit & compliance e cybersecurity.

Per promuovere questi servizi, sono stati organizzati alcuni webinar che hanno dimostrato il grande interesse delle aziende su questo fronte: 150 manager si sono iscritti all’appuntamento in cui Digital360 ha approfondito le modalità attraverso cui è possibile trasformare un evento fisico in un evento completamente digitale; 250 si sono iscritti al webinar sullo Smart Working e quasi 2000 all’evento di 6 ore organizzato per Ibm – interamente online – con oltre 50 relatori collegati da remoto, sui temi del Cloud.

L’adesione all’iniziativa solidarietà digitale

WHITEPAPER
Checklist e i suggerimenti essenziali per una migrazione perfetta al Cloud pubblico
Cloud
Hybrid cloud

Digital360 ha aderito all’appello della ministra dell’Innovazione Paola Pisano che invita i player dell’Ict mettere a disposizione servizi e soluzioni per consentire alle imprese di proseguire le loro attività.

Digital360 rende disponibile la registrazione del webinar realizzato il 5 marzo 2020 dal titolo “Smart Working ai tempi del Coronavirus: la testimonianza delle aziende e come trasformarlo in cambiamento reale”.

Online anche due videocorsi, uno per aziende private e uno per enti pubblici, per supportare le persone nell’adozione dello smart working. Il webinar ha l’obiettivo di raccontare come le aziende stanno affrontando l’emergenza Coronavirus ricorrendo al lavoro agile attraverso le testimonianze di Zurich e A2A e approfondire gli aggiornamenti normativi definiti dal Dpcm 1 Marzo con il contributo di Francesca Gagliarducci, vice Segretario Generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri. I videocorsi puntano a creare consapevolezza sul tema dello smart working e di fornire suggerimenti e consigli concreti a tutti gli smart worker sia in termini di gestione della propria giornata lavorativa, sia in termini di salute e sicurezza.

A questo link è disponibile la registrazione del webinar “Smart Working ai tempi del Coronavirus: la testimonianza delle aziende e come trasformarlo in cambiamento reale”.  Il videocorso per aziende private “Smart Working per l’emergenza Coronavirus” può essere fruito sul sito 360digitalskill.it nella sezione videocorsi, previa iscrizione. Il videocorso per enti pubblici “Smart Working | Consigli pratici per abilitare il lavoro agile” può essere fruito sulla piattaforma Fpa Digital School.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

A
andrea rangone

Aziende

D
Digital360
I
ibm

Approfondimenti

C
Cloud
S
Smart Working
W
webinar