L'OPERAZIONE

Digitale e sostenibilità per le Pmi, Cdp investe 40 milioni nel fondo Tenax

Cassa Depositi e Prestiti dà il proprio sostegno al veicolo per la crescita di piccole e medie imprese e mid-cap attraverso digitalizzazione e innovazione. Il target di raccolta è di almeno 300 milioni, ed è già stata superata quota 200

Pubblicato il 03 Ago 2023

Low,Carbon,carbon,Neutral,Concept.,Net,Zero,Greenhouse,Gas,Emissions,Target.

Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) ha investito 40 milioni di euro in Tenax Sustainable Credit Fund, dando un contributo rilevante al fondo che sostiene la crescita delle piccole e medie imprese italiane e ha un focus sui progetti per la transizione digitale e green.

Tenax Sustainable Credit Fund è il fondo di private debt gestito da Tenax Capital, società di asset management specializzata in investimenti a favore delle pmi. È stato promosso con l’obiettivo di sostenere la crescita sostenibile delle imprese italiane di minori dimensioni.

Con la sottoscrizione di Cdp il fondo ha già raggiunto una raccolta di 200 milioni, avvicinandosi al target previsto di almeno 300 milioni.

Per le pmi accesso diretto al private debt

La presenza di investitori privati e pubblici conferma la validità di un progetto nel quale Intesa Sanpaolo, uno degli anchor investor, svolge il ruolo di principale originator delle aziende finanziabili. Tenax Capital selezionerà le imprese candidabili scegliendo i progetti da finanziare e consentendo così alle pmi e alle mid-cap di avere un accesso diretto al mercato del private debt.

Il nuovo fondo beneficia di un duplice livello di garanzie europee, godendo sia del sostegno del Fondo europeo per gli investimenti (Fei, Gruppo Bei) che del programma InvestEU.

Garanzie Ue, focus su crescita digitale e green

Il Fei, infatti, fornisce al Tenax Sustainable Credit Fund due garanzie del valore complessivo di 60 milioni, che permetteranno di facilitare l’ottenimento di finanziamenti da parte delle aziende ottimizzando, dal lato degli investitori, la capital charge (oneri sul capitale) prevista dalle normative di settore (in particolare, Solvency II per il comparto assicurativo).

Attraverso la garanzia InvestEU per l’innovazione e la digitalizzazione, il fondo sarà anche in grado di potenziare il proprio sostegno alle imprese orientate verso la transizione tecnologica. Inoltre, la garanzia InvestEU accordata per l’ambito di intervento relativo alla sostenibilità, consentirà al fondo stesso di rafforzare la trasformazione sostenibile dell’economia, nonché gli investimenti green da parte delle pmi e delle mid-cap italiane.

Finanza alternativa per sostenere l’innovazione

Vincenzo Carbonara, Responsabile Finanza alternativa di Cassa Depositi e Prestiti, dichiara: “Grazie a questa operazione Cdp intende facilitare l’accesso al credito delle pmi anche attraverso strumenti di finanza alternativa. In particolare, in linea con quanto previsto dagli obiettivi del Piano strategico 2022-2024, investiamo in fondi di private debt nell’ottica di sostenere investimenti in ricerca, innovazione e digitalizzazione delle imprese italiane”.

Massimo Figna, Ceo e founder di Tenax Capital, dichiara: “Sono particolarmente onorato di avere la Cassa Depositi e Prestiti tra i nostri investitori. Il suo ingresso, assieme alla partnership con Intesa Sanpaolo nel cui ambito è nato Tenax Sustainable Credit Fund, rafforza il connotato ‘di sistema’ della nostra iniziativa volta a promuovere lo sviluppo delle pmi e, al tempo stesso, del mercato nazionale del private debt riducendo il gap che ancora lo separa dai mercati europei più maturi. Inoltre, anche grazie alla garanzia offerta dal Fei, il fondo potrà godere di un Credit Rating medio degli investimenti ‘investment grade’. Ciò che rappresenta, assieme al tasso variabile delle cedole, un reale beneficio per gli investitori soprattutto nel corrente scenario dei tassi di interesse”.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 2