INTERNET GOVERNANCE

Digitale, sprint dell’Europa: 1 milione sul patto con l’Onu

L’accordo consentirà di sostenere le strategie innovative dell’Office of the Secretary-General’s Envoy on Technology. Nel mirino gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. Margrethe Vestager: “Estendere a tutti i vantaggi della digital transformation”

28 Ott 2022

L. O.

digitale-digital-transformation-innovazione

Si rafforza il patto Europa-Onu sul digitale. L’Europa stanzierà 1 milione di euro a sostegno dell’Office of the Secretary-General’s Envoy on Technology nei prossimi due anni. Obiettivo il sostegno all’attuazione del patto digitale globale e la promozione del modello multi-stakeholder per la governance di Internet.

Diritti umani al centro di Internet

“L’Unione europea è impegnata a contribuire alla realizzazione di un Internet aperto e a una transizione digitale globale saldamente radicata nei diritti umani e nelle libertà – dice la vp esecutiva Margrethe Vestager -. Tutto questo in linea con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. Questo è al centro della nostra ambizione digitale e dell’accordo di cooperazione che abbiamo firmato con l’Onu. Non vedo l’ora di lavorare con il nuovo rappresentante dell’UN Tech per garantire che molte più persone traggano vantaggio dalla trasformazione digitale”.

WHITEPAPER
Banking&Insurance: inizia l’era dei servizi istantanei e customizzati. Rimani al passo
Amministrazione/Finanza/Controllo
Digital Transformation

Via al Global Digital Compact

“Le questioni digitali non sono solo questioni tecniche, riguardano ogni singolo aspetto della nostra vita – dice l’Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza Josep Borrell -. Quindi è fondamentale costruire una serie di principi condivisi per un futuro digitale aperto, libero e sicuro per tutti: un Global Digital Compact. Questo è il compito del rappresentante delle Nazioni Unite e l’Ue sosterrà da vicino questo lavoro come parte della nostra diplomazia digitale”.

Le funzioni dell’ufficio Onu

L’Office of the Envoy on Technology mira a svolgere un ruolo di advocacy nel dibattito globale sulle transizioni digitali, aiutando a far progredire una trasformazione digitale in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile, ponendo l’accento su Internet aperto e sui diritti umani come pietre miliari della digitalizzazione.

La creazione di questo ruolo è una delle conclusioni operative della tabella di marcia per la cooperazione digitale del Segretario generale delle Nazioni Unite (giugno 2020), con il compito di coordinare l’attuazione dei vari filoni di lavoro e delle raccomandazioni della tabella di marcia e di fungere da punto focale punto per le questioni digitali all’Onu.

L’inviato svolgerà anche un ruolo guida nell’attuazione degli aspetti digitali della “Our Common Agenda” del Segretario Generale delle Nazioni Unite, in particolare l’iniziativa di sviluppare un Global Digital Compact. Il 10 giugno 2022, il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ha annunciato la nomina di Amandeep Singh Gill come rappresentante.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3