Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

PHYRTUAL INNOVATION WEEK

Digitalizzare le donne del Sud: via al progetto Wit

Promossa da Fondazione Mondo Digitale e Costa Crociere Foundation l’iniziativa è destinata alle giovani studentesse di Calabria, Campania e Sicilia. Si punta a favorire l’ingresso di 150 ragazze nel mondo del lavoro sostenendo l’imprenditoria tecnologica

03 Ott 2016

Mila Fiordalisi

Favorire l’ingresso di 150 studentesse nel mondo del lavoro sostenendo i progetti imprenditoriali nel settore delle tecnologie. È questo l’obiettivo del progetto Women in Techonology (Wit), promosso da Fondazione Mondo Digitale con Costa Crociere Foundation. Un progetto destinato a tre regioni italiane – Calabria, Campania e Sicilia – ossia quelle dove la condizione delle giovani donne risulta particolarmente critica tenendo conto di fattori quali l’abbandono scolastico, il tasso di disoccupazione e la mancata scolarizzazione. L’iniziativa di durata biennale (è partita a giugno scorso e si estenderà fino a maggio 2018) sarà presentata domani nell’ambito della prima edizione della Phyrtual Innovation Week, in corso a Roma fino all’8 ottobre presso il Campidoglio e la Palestra dell’Innovazione e organizzata dalla Fondazione Mondo Digitale.

Si tratta di una settimana di eventi per dialogare con esperti, confrontarsi con i manager delle aziende Ict, scoprire le migliori pratiche didattiche, sperimentare strumenti innovativi. “L’obiettivo è condividere network, agenda progettuale e programma formativo con la comunità degli innovatori e la cittadinanza – spiegano dalla Fondazione – per contribuire al processo di allineamento della scuola con le nuove sfide educative della società complessa. Ogni giorno la presentazione di un progetto dedicato ai giovani, alla “generazione in transizione”, per renderla consapevole e protagonista nei processi di cambiamento, in progressiva accelerazione”.

In dettaglio, la fase pilota del progetto Wit coinvolge tre istituti di istruzione secondaria superiore e fornisce un servizio di accoglienza, bilancio competenze, formazione specifica nella redazione di business plan, mentoring nello sviluppo del progetto. Le attività sono svolte con il metodo elaborato dalla Fondazione Mondo Digitale che combina hard e soft skills: la trasmissione di competenze tecniche e il sostegno nello sviluppo di competenze per la vita (imprenditorialità, leadership, problem solving).

LA SCHEDA DEL PROGETTO WIT

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
coding
G
gender gap digitale

Articolo 1 di 5