Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

GLI SPOT

E-commerce, l’Antitrust: “Tempo per recesso fino a un anno e 14 giorni”

Il diritto di restituire la merce passa da 10 giorni a due settimane, ma si estende di altri 12 mesi nel caso l’utente non sia preventivamente informato. L’Authority lancia una campagna Tv per Natale sulle norme Ue per contrastare costi nascosti, caselle preselezionate e acquisti all’asta

09 Dic 2014

A.S.

Se aprendo il pacco del regalo di Natale ordinato online ci si troverà di fronte a una brutta sorpresa, c’è un modo per far valere i propri diritti, rimandare tutto indietro e farsi rimborsare. Proprio per informare i consumatori che hanno scelto l’e-commerce sui loro diritti l’autorità Antitrust ha dato vita a una campagna di comunicazione televisiva, che illustra le nuove norme Ue che regolano la materia.

Se il regalo ad esempio non risponde alla descrizione, o se è costato troppo, il consumatore ha il diritto a rimandare indietro la merce entro 14 giorni. Un tempo che si dilata fino a un anno e 14 giorni nel caso in cui l’utente non sia stato preventivamente informato.

Tra le altre raccomandazioni diffuse dal garante per rimanere lontani dalle web truffe, oltre a quella sul diritto di recesso, ci sono i messaggi sullo stop a spese e costi nascosti su Internet, incluse le situazioni in cui i truffatori si fanno pagare con l’inganno per servizi cosiddetti “gratuiti”, come oroscopi o ricette. Poi il no a spese occulte: gli acquirenti online non dovranno pagare spese o altri costi se non ne sono stati adeguatamente informati prima di effettuare l’ordine. Stop alla “casella preselezionata”: quando si fanno acquisti online, ad esempio un biglietto aereo, è possibile che vengano offerte opzioni supplementari, quali assicurazioni o noleggi auto. Questi servizi supplementari possono essere offerti mediante le cosiddette “caselle preselezionate”. Attualmente i consumatori sono spesso costretti a deselezionare queste caselle se non desiderano i servizi supplementari. Con la nuova legge europea in vigore in Italia, le caselle preselezionate sono vietate in tutta l’Ue. Recesso anche su Ebay: Il diritto di recesso è esteso alle aste online, come eBay, benché le merci acquistate tramite asta possano essere restituite solo se acquistate da un venditore professionista. Stop sovrattasse: eliminazione di sovrattasse per l’uso di carte di credito e di servizi di assistenza telefonica.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
Antitrust
E
e-commerce
E
ebay

Articolo 1 di 5