Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

SERVIZI

E-fattura, arriva il “pronto intervento” di Agenzia delle Entrate e Assosoftware

Via alla task force che suppporterà i provider nella risoluzione delle problematiche tecniche relative all’interscambio dei documenti. In campo anche Sogei

30 Gen 2019

F. Me

Pronto intervento per la e-fattura. Agenzia delle entrate, Sogei e Assosoftware hanno costituito un gruppo di lavoro congiunto per analizzare ogni problematica tecnica che possa intervenire nell’interscambio massivo delle fatture fra le aziende e i provider (hub) accreditati al Sistema di Interscambio (Sdi).

I vari canali di interscambio (Sftp e Web Service, Sdi-coop) saranno tenuti sotto costante controllo in attesa dei grandi volumi di transito previsti a cavallo dei mesi di gennaio e febbraio.

“Continua così un costruttivo percorso di collaborazione e di dialogo con l’Amministrazione finanziaria che sta dando ottimi risultati”, dice Bonfiglio Mariotti, presidente di Assosoftware.

Inoltre, per venire incontro alle richieste degli utenti molto elevate soprattutto nella fase di avvio del nuovo adempimento e in vista delle scadenze di fine mese e di metà febbraio, dove si attendono flussi di dati in aumento, Assosoftware lancia il  servizio “Monitor Fatturazione Elettronica”.

Il servizio è fruibile sul proprio sito internet e disponibile per chiunque, sulla falsa riga di Assoinvoice, il visualizzatore di file Xml.

“L’obiettivo del nuovo servizio Monitor Fatturazione Elettronica – spiega Roberto Bellini, direttore generale AssoSoftware – è quello di accompagnare software house e utenti fornendo indicazioni pratiche per gestire al meglio le problematiche tecniche e operative. È un presidio che l’Associazione offre agli associati e a tutto il mercato, prendendo posizione a specifici casi d’uso e fornendo la propria interpretazione sulla corretta compilazione del formato Xml e le specifiche modalità procedurali”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4