Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL PREMIO

E’ Tel Aviv la smart city mondiale

La città israeliana è stata premiata per le proprie iniziative in ambito di connessioni e nel coinvolgimento dei propri cittadini nelle attività digitali della municipalità. Riflettori puntati sulla piattaforma Digi-Tel

24 Nov 2014

Lorenzo Forlani

Nella cornice dello Smart city Expo and World Congress di Barcellona, è stato assegnato a Tel Aviv il World Smart cities Award. La più grande città israeliana è stata premiata per le proprie iniziative in ambito di connessioni e nel coinvolgimento dei propri cittadini nelle attività digitali della municipalità. Attraverso la sua piattaforma Digi-Tel, la città offre tra le altre cose un Residents Club, wifi gratuito in tutto il suo territorio e la app della città stessa.

“La cosa che rende unica Tel Aviv nell’ambito del concetto di Smart city è che mettiamo i cittadini al centro”, commenta Liora Shechter, CIO della municipalità di Yafo-Tel aviv. “Quello che abbiamo fatto è stato creare un modello chiamato Digi-Tel. Tel aviv è una città che non si ferma mai, e che ha le sue particolari vibrazioni. Volevamo quindi prendere quelle vibrazioni e inserirle nel rapporto tra cittadini e municipalità”. Il Residents Club e la City App connette i cittadini in città, che così possono informarsi su eventuali lavori in corso, sul punto più vicino in cui noleggiare bici, ricevere reminder per le immatricolazioni scolastiche, eventi culturali e offerte e sconti ad eventi cittadini. “Pensiamo sempre a come migliorare il servizio per i residenti”, continua la Shechter. “Crediamo che si debba governare una città con i residenti, non più unicamente attraverso il Sindaco ed il suo staff. La cittaedinanza deve essere parte del processo decisionale”.

La città fornisce anche approcci più tradizionali e connessioni non virtuali ai suoi residenti. Sei settimane fa a Tel Aviv si è tenuta una Tavola Rotonda aperta a Rabin Square. I cittadini hanno potuto prendere parte ai circa cento tavoli di discussione per dare voce alle loro idee e proporle ai rappresentanti cittadini e alle autorità. “Abbiamo un lato virtuale e uno fisico”, aggiunge la Shechter. “Abbiamo uan tecnologia con i suoi trend, e dall’altra parte abbiamo i bisogni della municipalità e dei cittadini, quindi il mio obiettivo è prendere questi due vettori e combinarli”. Allo Smart city Expo è stato premiato anche il miglior progetto per Smart City, il Copenhagen Connecting; l’iniziativa più innovativa, cioè la Omomi in Nigeria; e è stato consegnato anche un premio onorario alla città di Medellin (Colombia), ritirato dal sindaco Anibal Gaviria Correa. Più di 120 città da 35 paesi diversi sono rientrate nelle categorie dei tre premi.

Argomenti trattati

Approfondimenti

I
IT
S
smart city
T
Tel Aviv
W
wifi

Articolo 1 di 5