IL PIANO

Alibaba “rafforza” Alipay. Obiettivo: conquistare 40 milioni di vendor

Si amplia l’offerta: food delivery e prenotazione di hotel fra i nuovi servizi. Il colosso cinese guarda al mercato internazionale: nel mirino l’Europa

10 Mar 2020

Patrizia Licata

giornalista

Il colosso cinese del commercio elettronico Alibaba allarga la sua offerta finanziaria ridisegnando la sua app dei pagamenti mobili Alipay: da oggi permetterà a vendor terzi di offrire tramite Alipay una molteplicità di servizi, come la consegna di cibi e la prenotazione di hotel. Alipay ha detto che vuole aiutare 40 milioni di vendor a “digitalizzare” i loro servizi nei prossimi tre anni permettendo loro di aprire “mini-programmi” sulla app e dando loro accesso a una base utenti di ben 900 milioni di persone.

Sfida alle cinesi WeChat e Meituan

I mini-programmi che Alipay vuole fornire solo simili a quelli che già esistono su WeChat, la app di Tencent Holding che offre, oltre alla classica messaggistica (come WhatsApp), un intero ecosistema di servizi, inclusi e-commerce e pagamenti. Sia WeChat che Alipay sono comunemente usati in Cina per pagare bollette, ordinare la spesa o prenotare il taxi.

Alipay (che fa capo a sua volta alla filiale finanziaria di Alibaba, Ant Financial) è concorrente di WeChat, ma con la nuova mossa, secondo gli analisti, entra anche in un altro campo, aprendo la sua piattaforma a servizi come retail, food e healthcare e andando a fare concorrenza a un altro player cinese, la “super-app” del colosso Meituan Dianping.

“Creare una piattaforma digitale lifestyle one-stop non solo dà immenso valore ai nostri utenti, ma giocherà anche un ruolo essenziale nell’accelerare la trasformazione digitale dell’industria dei servizi e  generare nuove opportunità di crescita”, ha affermato il ceo di Ant Financial, Simon Hu, in una nota ufficiale.

WHITEPAPER
Punti vendita: cosa significa oggi “vendere” e come farlo al meglio?
Fashion
Marketing

Meituan, attualmente la terza Internet company cinese per capitalizzazione di mercato, offre servizi che variano dal food delivery on-demand, all’acquisto dei biglietti per il cinema alle prenotazioni di viaggi.

Espansione nel banking digitale in Europa

Alipay ha dichiarato che al picco dell’emergenza coronavirus in Cina ha introdotto un piano di incentivi per attrarre sviluppatori e creare mini-programmi per alcuni vendor: nella settimana di massima diffusione del virus sono stati creati 181 mini-programmi.

Ma alle affiliate di Alibaba non interessa solo l’espansione in Cina: Ant sta spingendo per allargarsi al di là del mercato domestico, dove la crescita non è brillante. Negli scorsi mesi ha fatto richiesta per una licenza di operare nel banking digitale a Singapore e ha investito in attività simili nel Sud-est asiatico e in Europa.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

A
Alibaba
A
Alipay

Approfondimenti

A
app
C
coronavirus
D
Digital Banking