Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL CASO

Amazon chiude il marketplace in Cina: non tiene testa ad Alibaba e Jd.com

Il 18 luglio sarà “spenta” la piattaforma in lingua cinese dedicata ai venditori locali. Confermata invece la vendita di prodotti su Amazon.cn, dei lettori digitali Kindle e dei contenuti, così come l’offerta di cloud computing via Aws

18 Apr 2019

D. A.

Amazon annuncia la chiusura del negozio online in Cina, la piattaforma in lingua cinese che consente ai consumatori l’acquisto di beni da venditori locali. Vengono così confermate le difficoltà a competere sul mercato interno con Alibaba e Jd.com. “Stiamo notificando ai nostri venditori che non opereremo più la piattaforma su Amazon.cn e che non forniremo più i relativi servizi dal 18 luglio”, si legge in una nota del gruppo. La compagnia spiega che ora, vista la crescente domanda da parte dei consumatori, il focus è sulla vendita in Cina di beni importati da Usa e altre parti del mondo.

“Stiamo lavorando con i nostri venditori per assicurare una transizione tranquilla, continuando a fornire la migliore esperienza possibile ai clienti”, si legge nella nota, stando alla quale i “venditori interessati a proseguire la vendita su Amazon fuori dalla Cina possono farlo con Amazon Global Selling”.

Negli ultimi anni, la società aveva rafforzato l’attività retail in Cina con crescente enfasi alla componente transfrontaliera: “abbiamo visto una risposta molto forte da parte dei consumatori cinesi”, soprattutto per la domanda di beni di alta qualità dal mondo. Una richiesta crescente che mette Amazon, grazie alla presenza globale, “in una buona posizione”.

La compagnia offrirà supporto ai dipendenti in esubero per la ricerca di posti di lavoro all’interno di Amazon e all’esterno, considerando la revisione in corso del suo network logistico. Infine, la vendita dei lettori digitali Kindle proseguirà in Cina insieme ai contenuti, così come continuerà l’offerta di cloud computing via Amazon Web Services. “L’impegno di Amazon verso la Cina resta forte”, assicura l’azienda.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4