Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

E-COMMERCE

Amazon, consegne super-veloci anche a Torino

Dopo Milano e Roma il servizio “Consegna Oggi” è disponibile anche per i clienti Prime del capoluogo piemontese. Dal lunedì al venerdì, completando entro le 13.00 un ordine del valore minimo di 29 euro, è possibile ricevere la consegna tra le 18.30 e le 21.30 del giorno stesso, senza costi aggiuntivi

04 Ott 2019

Amazon taglia i tempi di consegna anche a Torino. E lo fa rendendo disponibile il servizio “Consegna Oggi “per i clienti Prime, che potranno così usufruire di consegne ancora più veloci, senza costi aggiuntivi su centinaia di migliaia di prodotti. I clienti possono effettuare il proprio ordine nel corso della mattina, tipicamente entro le 13:00, e tutti quelli superiori ai 29 euro, idonei alla Consegna Oggi, saranno consegnati tra le 18:30 e le 21:30 del giorno stesso, dal lunedì al venerdì e senza costi aggiuntivi.  Nel pomeriggio, i clienti possono continuare ad acquistare la stessa selezione di prodotti Prime e li riceveranno il giorno successivo.

Torino si aggiunge a Milano e Roma come terza città italiana in cui Amazon rende disponibile per i clienti Prime il servizio di consegna veloce entro la giornata.

Ci sono due modi semplici per trovare i prodotti disponibili con Consegna Oggi. I clienti Prime possono cercare il logo Consegna Oggi nelle pagine dei prodotti idonei, aggiungere articoli per un totale di ordine superiore ai 29 euro, e quindi scegliere l’opzione di Consegna Oggi senza costi aggiuntivi al momento del check-out. In alternativa, i clienti Prime possono anche utilizzare la funzione “Ricevi oggi”, situata nel menu dei filtri, per trovare i prodotti idonei alla Consegna Oggi durante la ricerca.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

A
amazon

Approfondimenti

E
e-commerce

Articolo 1 di 4