Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

E-COMMERCE

Amazon, nuovo hub in Emilia-Romagna per 120 dipendenti

Il centro di smistamento a Santarcangelo di Romagna, su una superficie di 7.700 metri quadri, è il terzo nella Regione. Serve le province di Forlì-Cesena, Rimini, e anche le marchigiane Pesaro-Urbino e Ancona

17 Ott 2019

A. S.

Un deposito di smistamento da 7.700 metri quadrati, che dà lavoro a 120 persone tra gli addetti al magazzino e gli autisti di tre aziende locali che si occupano dei recapiti. E’ il nuovo centro Amazon di Santarcangelo di Romagna, nel riminese, quarta struttura su cui il colosso dell’e-commerce può contare in Emilia Romagna dopo il centro di smistamento di Crespellano, vicino a Bologna, e il centro di distribuzione di Castel San Giovanni, in provincia di Piacenza, che è tra i 4 principali hub dell’azienda con Vercelli, Passo Corese e Torrazzo Piemonte. La nuova struttura è stata realizzata per rafforzare il servizio di consegna nelle province di Forlì-Cesena, Rimini, Pesaro-Urbino e Ancona.

Il nuovo centro che entra ufficialmente in funzione oggi, realizzato in sei mesi dall’azienda australiana Goodman – è stato inaugurato con la visita del sindaco di Santarcangelo, Alice Parma, accompagnata da Sergio Panico, responsabile di Amazon Italia Logistics per il Centro-Sud.

“Il nuovo deposito di Santarcangelo di Romagna rafforzerà la nostra rete logistica, permettendoci di rispettare le promesse di consegna ai clienti e supportare tutte le aziende che vendono i loro prodotti su Amazon – afferma Panico – La sua entrata in funzione ci consente di gestire al meglio le consegne in Emilia Romagna. Siamo particolarmente orgogliosi di questo nuovo sito anche da un punto di vista di impatto ambientale: il tetto e le facciate sono stati costruiti con materiali di alta qualità per fornire un livello di isolamento di prima classe. Sul tetto, è stato installato un sistema di pannelli solari fotovoltaici per produrre 140 kW di energia elettrica, che corrisponde al consumo di 65 appartamenti standard a Rimini. L’edificio è dotato inoltre di un sistema di illuminazione completamente a Led, integrato dall’illuminazione naturale grazie a una quantità significativa di finestre e lucernari, pari al 5% dell’intera superficie, il 25% in più rispetto agli edifici standard”.

“Il polo logistico che si innesta nella zona artigianale di Santa Giustina, andando ad arricchire significativamente il comparto produttivo della via Emilia e più in generale della Regione Emilia-Romagna – sottolinea il sindaco Parma – Accogliamo positivamente la sfida di una realtà imprenditoriale di livello mondiale che arriva sul nostro territorio, creando posti di lavoro sia in termini di occupazione diretta che di indotto. Come Amministrazione comunale continueremo a monitorare l’impatto del nuovo polo logistico sul tessuto urbano, per quanto riguarda il traffico e le emissioni senza dimenticare l’attenzione alle condizioni di lavoro, con particolare riferimento alla sicurezza, come accade per ogni nuovo insediamento produttivo”.

Amazon è il nostro più grande cliente a livello mondiale, e siamo orgogliosi di proseguire una collaborazione che dura da più di dieci anni – aggiunge Philippe Arfi, responsabile Goodman per il Sud Europa – Questo deposito di smistamento rappresenta è un’altra pietra miliare nel nostro rapporto: si tratta della prima struttura che Goodman consegna ad Amazon in Italia, uno dei 25 siti sviluppati per l’azienda in Europa Continentale, confermando la nostra posizione di leader nello sviluppo di immobili logistici per il settore dell’e-commerce.”

La nuova struttura fa parte degli investimenti programmati da Amazon in Italia a partire dal 2010, che ammontano complessivamente a un miliardo e 600 milioni di euro, con la creazione di 5.500 posti di lavoro, che diventeranno 6.500 entro la fine del 2019,spiega l’azienda in una nota.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5