STRATEGIE

Brand italiani alla conquista della Cina: via al marketplace Ice-JD.com

Con “Italy national pavilion” si punta ad incrementare la presenza delle aziende tricolore nel mercato asiatico attraverso un accordo diretto ed esclusivo di cooperazione

10 Lug 2020

Veronica Balocco

Nuovo progetto di collaborazione fra Ice e JD.com, secondo maggior e-tailer B2C cinese: con “Italy national pavilion” si pongono le basi per incrementare la presenza di aziende e brand italiani in Cina, attraverso un accordo diretto ed esclusivo di cooperazione e il finanziamento ad hoc da parte di Ice di un marketplace digitale customizzato e di una campagna pubblicitaria e di comunicazione prolungata.
L’intesa, raggiunta con il supporto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, si propone in particolare di promuovere l’utilizzo dei canali di e-commerce transnazionali per potenziare la presenza di prodotti italiani nel mercato cinese, attraverso la creazione un Padiglione nazionale – “Italy national Pavilion”, appunto – sulle piattaforme JD per il  crossborder (global.jd.com) e il  general trade (JD.com).
L’accordo è stato presentato nel corso di un webinar dedicato, alla presenza di Carlo Ferro, Presidente Ice, e Luca Ferrari, Ambasciatore d’Italia in Cina, cui hanno fatto seguito gli interventi di Lester Liu, direttore generale di JD Retail-Fmcg che ha presentato il marketplace JingDong, di Gianpaolo Bruno, direttore di Ice Pechino e coordinatore degli uffici Ice in Cina, e di Kevin Li, Ceo Wise Partners per la presentazione tecnica del service provider. Le conclusioni sono state tratte da Roberto Luongo, direttore generale di Ice.
JD.com è la piattaforma di e-commerce  one-stop leader in Cina, che offre ad oltre 387 milioni di clienti attivi accesso diretto a una gamma di prodotti di alta qualità dei più importanti brand nazionali ed internazionali. Questi sfruttano il canale e-commerce cinese, avvalendosi della rete messa in campo da JD Logistics: oltre 700 magazzini di stoccaggio, sofisticate tecnologie per la gestione di ordini e magazzino e capacità di servire il 99% della popolazione cinese e di consegnare il 90% degli ordini nello stesso giorno o il giorno successivo.
L’intesa prevede il ricorso al partner certificato Shangai Wisepartners e-commerce Co. Ltd., il quale, in collaborazione con JD e sotto il coordinamento di Ice, si occuperà della creazione del padiglione dedicato al made in Italy e dei suoi contenuti, ottimizzando l’esperienza utente sulla base dell’analisi dei dati dei consumatori in suo possesso. Wisepartners fornirà a ciascuna azienda una serie di servizi: dalla creazione di una “brand page” e della vetrina virtuale sui  marketplace “Italy National Pavilion” (general trade) e “Italy Overseas National Pavilion” (cross-border), con una gestione di massimo 40 prodotti, al servizio di mediazione culturale, in modo tale da assicurare l’aderenza del prodotto e del suo prezzo, al modello culturale, alla stagionalità e ai  canoni estetici cinesi. Le aziende presenti nel Pavilion inoltre beneficeranno delle campagne di advertising digitale tematiche finanziate da Ice, volte a generare traffico sul padiglione raccontando ciò che rende uniche le aziende italiane ed i loro prodotti.
La partecipazione all’iniziativa, che è limitata a un massimo di 200 imprese, prevede un investimento iniziale, per il primo anno, di 17mila euro, di cui 6mila a carico del contributo tecnico di Ice e circa 11mila investite dalle aziende partecipanti, più una commissione sul venduto variabile tra il 12 e il 15% sulla base della categoria di prodotto.
@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

I
Ice
J
jd.com

Approfondimenti

C
cina
E
e-commerce
M
made in italy

Articolo 1 di 4