Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

E-COMMERCE

Compri adesso, paghi dopo: in Italia arriva la “rivoluzione” di Zalando

Dopo la sperimentazione in Francia, la multinazionale specializzata in abbigliamento e lifestyle annuncia anche nella Penisola nuove opzioni per gli acquisti fatti sulla piattaforma online con possibilità di pagamento posticipato. Ecco come funzionano

07 Gen 2019

Con l’obiettivo di fornire un fashion store personalizzato in cui si possa trovare il proprio prodotto ideale, farselo consegnare dove si preferisce e decidere quando e come pagare, Zalando porta in Italia i metodi di pagamento posticipati già sperimentati con successo in altri mercati.

I clienti avranno quindi a disposizione un’opzione per cui non dovranno pagare in anticipo e che permetterà loro non solo di ordinare taglie diverse – si possono per esempio ordinare due taglie e pagarne solo una, una volta che si è deciso di tenere quella giusta – ma anche di beneficiare di un periodo di pagamento più lungo e in generale di gestire il proprio budget in modo più semplice e conveniente.

“In Francia abbiamo testato e lanciato con successo il sistema di pagamento posticipato con carta nel 2016. Per i clienti francesi, questo era un modo di pagare online completamente nuovo e oggi circa un terzo dei clienti francesi utilizza questa opzione di pagamento. Non vediamo l’ora di vedere i risultati anche in Italia”, dichiara in una nota Lorenzo Pretti, Responsabile della Strategia Commerciale per il Sud Europa di Zalando.

Il gruppo, che conta più di 25 milioni di clienti attivi in tutta Europa, ha deciso di estendere il progetto pilota in Italia introducendo l’opzione ‘Prova prima, paga dopo!’ per i clienti che acquistano con carta e ‘Bonifico Bancario posticipato entro 18 giorni’-

“Offriamo ai nostri clienti ben 22 diverse opzioni di pagamento per soddisfare le diverse esigenze locali di ogni mercato”, spiega Kai-Uwe Mokros, Managing Director di Zalando Payments. “Sappiamo bene che i 17 paesi in cui operiamo in Europa hanno preferenze molto diverse e per questa ragione esaminiamo ogni mercato in dettaglio al fine di sviluppare e offrire le opzioni di pagamento più adeguate”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5