Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

FISCO

E-commerce, appello della Corte dei Conti: “Servono strumenti contro l’evasione”

A fronte dell’esplodere dello shopping online, la magistratura contabile auspica una “rimodulazione della normativa fiscale internazionale, dell’unione europea e nazionale, e nuovi approcci operativi”

07 Giu 2018

F. Me

Il fisco italiano deve dotarsi di strumenti di monitoraggio per contrastare al meglio evasione ed elusione nell’economia digitale. E’ quanto indica la relazione della Corte dei Conti su “e-commerce e sistema fiscale”.

“L’evoluzione del commercio elettronico – afferma la Corte – ha avuto un forte impatto su tutti i principali settori dell’economia, imponendo un’ampia rimodulazione della normativa fiscale internazionale, dell’unione europea e nazionale, nonché orientando nuovi approcci operativi nell’interpretazione dei fenomeni”.

L’indagine, in particolare, ha constatato l’impegno profuso dall’amministrazione italiana nei confronti delle principali fattispecie evasive ed elusive della normativa fiscale in materia di economia digitale. La magistratura contabile tuttavia ha segnalato la necessità che l’amministrazione fiscale si doti di strumenti di analisi che consentano una valutazione quantitativa e un monitoraggio puntuale dell’evasione fiscale nello specifico settore, da considerare oramai un fattore di non secondario rilievo nell’ambito delle stime sull’ammontare delle entrate sottratte al bilancio pubblico.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

C
corte dei conti
E
e-commerce

Articolo 1 di 5