I DATI ISTAT

E-commerce in volata in Italia: +20,6% in un anno. Acquisti Ict a +8,2%

Vendite al dettaglio in aumento dell’1,3% a luglio, +4,2% su base tendenziale. Dotazioni per l’informatica, telecomunicazioni e telefonia registrano le performance migliori

07 Set 2022

Lorenzo Forlani

commerce-shopping3

Nel corso dell’ultimo anno il valore delle vendite al dettaglio è cresciuto per la grande distribuzione (+7,3%) e soprattutto per l’e-commerce (20,6%), mentre non ha subito rilevanti variazioni per le imprese operanti su piccole superfici, ed è diminuito per le vendite al di fuori dei negozi (-1,5%). A luglio 2022 si stima una crescita congiunturale per le vendite al dettaglio (+1,3 per cento in valore e +1,0 per cento in volume), e sono in aumento sia le vendite dei beni non alimentari (+1,3 per cento in valore e +1,4 per cento in volume) sia quelle dei beni alimentari (+1,2 per cento in valore e +0,5 per cento in volume). Lo rivelano i dati Istat sul commercio al dettaglio, che evidenziano anche come gli aumenti maggiori riguardino dotazioni per l’informatica, telecomunicazioni, telefonia (+8,2%), ed Elettrodomestici, radio, tv e registratori (+6,9%).

“A luglio – spiega l’Istat sul proprio sito web – rispetto al mese precedente, tornano a crescere le vendite sia per i beni alimentari sia per quelli non alimentari, anche al netto della componente di prezzo. A livello tendenziale prosegue la divergenza tra l’andamento positivo delle vendite in valore e quello negativo dei volumi, in flessione per il secondo mese consecutivo.Tra le forme distributive, sono in crescita la grande distribuzione e il commercio elettronico, quest’ultimo in decisa ripresa dopo la flessione dello scorso mese”.

I dati trimestrali

Secondo i dati nel trimestre maggio-luglio 2022, in termini congiunturali, le vendite al dettaglio sono cresciute in valore (+1,9%) e in volume (+0,3%). Sono in aumento le vendite dei beni non alimentari (rispettivamente +1,1% in valore e +0,5% in volume), mentre quelle dei beni alimentari crescono in valore (+2,7%) e sono stazionarie in volume. Tornando a luglio, a livello tendenziale, per quanto riguarda i beni non alimentari, si registrano variazioni tendenziali positive per quasi tutti i gruppi di prodotti, ad eccezione di Foto-ottica e pellicole (-1,3%) e cartoleria, libri, giornali e riviste (-1,2%). Su base tendenziale, a luglio 2022, le vendite al dettaglio sono aumentate del 4,2 per cento in valore e diminuite dello 0,9 per cento in volume. Sono in crescita le vendite dei beni non alimentari (+2,7 per cento in valore e +1,0 per cento in volume) mentre quelle dei beni alimentari registrano un aumento in valore (+6,1 per cento) e una diminuzione in volume (-3,6 per cento).

WHITEPAPER
Nel mondo Retail 4.0 la velocità è tutto: come stare al passo?
Retail
Software

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

I
Istat

Approfondimenti

D
dati Istat
E
ecommerce
G
grande distribuzione

Articolo 1 di 3