E-commerce in volata? Niente affatto: il 2020 chiuderà a -14% - CorCom

LE STIME

E-commerce in volata? Niente affatto: il 2020 chiuderà a -14%

Secondo Juniper Research la spesa digitale subirà una forte contrazione e il giro d’affari scenderà a 9,7 trilioni di dollari dagli 11,2 del 2019. Sarà l’e-ticketing a registrare la maggiore perdita: -59%. Ma nel 2021 la ripresa sarà consistente

16 Apr 2020

Giampiero Rossi

L’uso della rete e il commercio elettronico, ancora di più in questo periodo, sono diventati una consuetudine per molte persone che, probabilmente, prima non li utilizzavano così spesso.

A tal proposito, in un suo report, dal titolo Digital Commerce Coronavirus Analysis: Impact Assessments & Market Forecasts 2020-2024, Juniper Research ha evidenziato che, pur trovandosi il commercio digitale in una posizione migliore rispetto a quella tradizionale, in quanto durante la pandemia vi è stata una notevole migrazione dalla spesa offline a quella online, alcuni settori saranno sotto pressione e, addirittura, la spesa globale per il commercio digitale diminuirà del 14% nel 2020 a causa di blocchi e riduzioni, facendo addirittura scendere la spesa a 9,7 trilioni da 11,2 trilioni di dollari nel 2019.

Lo studio ha identificato alcune aree, tra cui quella della biglietteria digitale, particolarmente a rischio: dato l’effetto dei blocchi diffusi sull’utilizzo dei trasporti e degli eventi, è emerso che la spesa di ticketing digitale diminuirà del 59% nel 2020 rispetto al 2019.

In particolare, il ticketing delle compagnie aeree avrà una grande difficoltà a riprendersi completamente nei prossimi cinque anni, in quanto esse dovranno affrontare sfide senza precedenti per il proprio flusso di cassa.

La ricerca, però, ha anche identificato che la spesa per il commercio digitale si riprenderà già nel 2021, superando del 4% i livelli di spesa del 2019.

WHITEPAPER
Come cambia il Retail tra ecommerce, piccoli rivenditori e la spinta al cashless
Acquisti/Procurement
Fashion

Per i prossimi cinque anni, poi, a causa dei cambiamenti forzati durante la pandemia, come l’utilizzo di pagamenti contactless anziché in contanti o il frequente acquisto online di generi alimentari, ci saranno variazioni permanenti nel comportamento dei consumatori, dovute all’uso maggiore dei servizi digitali, che rafforzerà la crescita della spesa nel commercio digitale.

Inoltre, la ricerca prevede che i pagamenti per i beni digitali, come giochi o servizi di abbonamento video, continueranno sempre di più ad aumentare durante la pandemia proprio per il maggiore utilizzo di tali servizi da parte degli utenti.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

J
juniper research

Approfondimenti

E
e-commerce
E
e-ticketing
S
spesa online