LA DIRETTIVA

E-commerce, la Ue vara il “New Deal” a tutela dei consumatori

Regole più stringenti per lo shopping online: stop alle false recensioni e alle sponsorizzazioni. Più controllo sugli sconti e sui siti di comparazione prezzi, che dovranno elencare i criteri di classificazione. Due anni di tempo agli Stati per recepire le novità

07 Gen 2020

F. Me.

Norme più stringenti per tutelare i consumatori nell’era del digitale. Nel quadro del New Deal per i consumatori, sono entrate in vigore le nuove norme dell’Unione europea che mirano a migliorare l’applicazione e ad ammodernare le norme vigenti, in linea con l’evoluzione digitale. Le nuove norme garantiranno una maggiore trasparenza dei mercati online; sarà specificato più chiaramente se i prodotti sono venduti da un commerciante o da un privato mentre le recensioni e le sponsorizzazioni false saranno vietate. Inoltre, i venditori non potranno più pubblicizzare riduzioni di prezzo false e i siti di confronto dei prezzi dovranno informare i consumatori in merito ai criteri di classificazione.

Le regole garantiranno anche il rispetto dei diritti dei consumatori, assicurando un risarcimento alle vittime di pratiche commerciali sleali e imponendo sanzioni in caso di “situazioni di danno collettivo” che colpiscono consumatori in tutta l’Ue. “Le nuove norme aumenteranno la protezione dei consumatori nel mondo digitale, come è giusto che sia – spiega la commissaria Vera Jourova, responsabile per i Valori e la trasparenza – Inoltre, l’Ue dice no ai prodotti venduti come identici in altri Stati membri, quando invece non lo sono. Per proteggere i consumatori dai commercianti disonesti e dagli imbroglioni online è però necessario che le nuove norme siano applicate con rigore”.

WHITEPAPER
Come cambia il Retail tra ecommerce, piccoli rivenditori e la spinta al cashless
Acquisti/Procurement
Fashion

“Invito dunque tutti gli Stati membri a garantirne l’applicazione tempestiva”, ha concluso la Jourova, facendo riferimento ai due anni di tempo che gli stati membri hanno per recepire la direttiva nella legislazione nazionale.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

V
Věra Jourová

Approfondimenti

C
consumatori
E
e-commerce
U
unione europea

Articolo 1 di 3