Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL DEAL

Flipkart nel mirino di Walmart, mossa anti-Amazon in India

Il colosso retail americano punta al 40% della società indiana leader dell’e-commerce, valutata 20 miliardi di dollari Guanto di sfida anche alla cinese Alibaba

16 Feb 2018

Patrizia Licata

giornalista

Il gigante americano del retail Walmart prepara un importante colpo alla principale concorrente online, Amazon: come già anticipato da Bloomberg e oggi confermato da Reuters, Walmart starebbe trattando Flipkart, numero uno dell’e-commerce India, per diventarne il maggiore investitore con una quota del 40%. Flipkart è la concorrente numero uno di Amazon in India e la Internet company del paese asiatico che vale di più; il maggior investitore è per ora la giapponese Sofbank che ha finanziato Flipkart con 2,5 miliardi di dollari.

L’investimento di Sofbank ha valutato Flipkart 12 miliardi di dollari, ma Walmart sarebbe pronta a far salire la valutazione a 20 miliardi di dollari: il colosso Usa, nato come azienda brick-and-mortar ma che oggi ha diverse attività online, punta a inasprire la concorrenza contro il gigante delle vendite su Internet fondato da Jeff Bezos. Proprio in ottica anti-Amazon Walmart ha si è alleata con l’azienda giapponese dell’e-commerce Rakuten e ha comprato i siti di e-shopping americani Jet.com, ShoeBuy.com e Moosejaw.com. Walmart ha anche una partnership con i negozi Lord&Taylor per competere con Amazon nel settore dell’abbigliamento e della moda e, come risposta ad Amazon Prime, offre consegne gratuite veloci negli Stati Uniti.

La presenza indiana aiuta Walmart anche a competere con il colosso dell’e-commerce cinese Alibaba, che in India ha investito in Paytm E-commerce, un rivale più piccolo di Flipkart. L’India è considerato il prossimo terreno di scontro fra colossi del commercio elettronico, non solo per le dimensioni del mercato (secondo Morgan Stanley l’e-commerce in India crescerà del 1.200% tra il 2016 e il 2026 arrivando a un valore di 200 miliardi di dollari), ma anche perché offre più possibilità di espansione alle aziende estere rispetto al mercato cinese, dove i colossi nazionali sono largamente protetti. In India le alleanze con i player locali sono considerate la ricetta vincente ed è proprio questa la strada che Walmart starebbe seguendo con Flipkart. Si tratta di una strategia “necessaria” per contrastare Amazon: a dicembre scorso Jeff Bezos ha fatto sapere che è pronto a spendere 5 miliardi di dollari per potenziare il suo business in India.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5