Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Ecosistema digitale Outsourcing Italia

14 Ott 2009

Il Cedites, Centro Studi per la Divulgazione della Tecnologia e
della Scienza ha battezzato Outsourcing Italia
(www.outsourcingitalia.com), Ecosistema Digitale italiano dedicato
ai professionisti e alle imprese che desiderano conoscere, usare e
sfruttare al meglio gli strumenti e le tecnologie del nuovo
business interconnesso.

Frutto di otto mesi di sviluppo, l’Ecosistema Outsourcing Italia
si basa su un modello di interazione innovativo chiamato The Biz
Loft, che riunisce in sé le migliori caratteristiche di una
community online e di un portale d'informazione verticale
L'ecosistema coniuga in un unico ambiente online i contenuti
realizzati quotidianamente da una redazione giornalistica
specializzata e quelli veicolati autonomamente da tutti gli utenti
dell'ecosistema stesso, siano essi ricercatori, professionisti
o aziende, che vi partecipano.

"Per la prima volta, imprese, professionisti e ricercatori
interessati al tema dell'outsourcing e delle tecnologie
dell'informatica distribuita hanno la possibilità di
confrontarsi in un Ecosistema Digitale tematico. Un ecosistema
libero, ma al tempo stesso coadiuvato da una redazione di
giornalisti professionisti, che diventerà entro i prossimi 6 mesi
il punto di riferimento del settore",sottolinea Paolo C.
Conti, CEO del Cedites.

Alla realizzazione di Outsourcing Italia ha collaborato Accenture,
in qualità di Platinum Sponsor. "L’outsourcing è una leva
di riconosciuto valore per aumentare la capacità delle imprese di
competere e innovare, avendo accesso a professionalità
specializzate e a competenze distintive", dichiara Alessandro
Marin Managing Director Outsourcing Accenture Igem (Italia, Grecia,
Centro Est Europa, Russia e Middle East). "Analisi di mercato
condotte da Accenture hanno rilevato che chi ha già esternalizzato
alcune funzioni valuta con favore l’estensione ad altre aree.
Riteniamo quindi – continua Marin – sia utile facilitare la più
ampia conoscenza dell’outsourcing, in termini di esperienze e
valore generato, in modo da favorirne la diffusione anche verso
aziende
che ad oggi non ne hanno fatto ricorso".