CONCORSI

Edison Start, progetti già a quota 500

Raddoppiati in dieci giorni gli sfidanti al premio lanciato dalla società che punta 300mila euro sulle idee più innovative. Andrea Prandi: “La piattaforma di iscrizione, geolocalizzata e aperta, può farsi riferimento per l’ecosistema start up italiane”

24 Mar 2014

m.s.

Salgono a quota 500 i progetti in corsa per “Edison Start”. Il premio, promosso e sostenuto da Edison in occasione dei suoi 130 anni di vita, è rivolto a giovani talenti, startup e piccole imprese. In palio 300mila euro (100mila ciascuno) per i tre progetti più innovativi nell’ambito di energia, sviluppo sociale e smart communities. “I più numerosi tra i progetti finora arrivati sono nell’area dello Sviluppo sociale e culturale e in quella delle Smart communities” dice Andrea Prandi direttore Relazioni esterne e comunicazione di Edison. L’iniziativa fa da apripista a una “mappatura delle idee”: “Uno degli aspetti interessanti – dice Prandi – è che chi si è iscritto ha potuto vedere quali sono i progetti, quanti sono, dove sono. C’è una mappa in cui tutte le idee sono geolocalizzate, dove ciascuno può vedere se c’è già qualche progetto simile oppure, perché no, offrirsi per una collaborazione. E dal momento che permette di avere una panoramica completa delle startup, nulla vieta che domani venga aperta a tutte le nuove imprese innovative d’Italia e non soltanto a quelle che partecipano a Edison Start”.

La categoria energia prevede soluzioni e tecnologie innovative per risparmiare le risorse energetiche, consumare meglio e meno, garantire l’accesso all’energia a un numero crescente di persone in modo sostenibile, sia dal punto di vista ambientale che economico. Quello dedicata a sviluppo sociale e culturale include progetti e iniziative, anche di carattere culturale, che attivino opportunità di sviluppo imprenditoriale, che siano economicamente sostenibili e che abbiano un impatto sociale in termini di inclusione, partecipazione e cooperazione. Infine le smart communities che prevede progetti per il miglioramento della qualità della vita domestica e della comunità cui si appartiene come, per esempio, la gestione dei rifiuti, la mobilità, l’architettura sostenibile e la domotica.

Inoltre, Edison metterà a disposizione dei 30 finalisti selezionati le competenze manageriali necessarie a trasformare le idee in progetti d’impresa sostenibili.

WHITEPAPER
Vita da CEO: quali sono gli strumenti necessari ai manager per vincere le sfide professionali
CIO
Digital Transformation

Il bando è aperto a team di persone fisiche (studenti e non), start up, micro e piccole imprese e organizzazioni non profit che svolgono la propria attività da almeno 2 anni. I principali criteri di valutazione dei progetti sono: innovazione, utilità rispetto al bisogno cui intendono rispondere, fattibilità, sostenibilità economica, sociale e ambientale, replicabilità e ricadute positive che il progetto è in grado di generare per la collettività.

Il termine per la presentazione dei progetti è il 30 marzo, i vincitori saranno proclamati il 15 ottobre 2014