Ei Towers, conti col segno più: l'azienda valuta acquisizioni - CorCom

IL BILANCIO

Ei Towers, conti col segno più: l’azienda valuta acquisizioni

Nei primi nove mesi del 2015 la società delle torri registra un utile netto in crescita dell’8,1% e ricavi a +2.9%. Stabile l’ebitda. Il management: “La priorità è lo scouting e l’investimento per il takeover su compagnie medio piccole che garantiscano ritorni”

05 Nov 2015

A.S.

I primi nove mesi del 2015 si cono conclusi per Ei Towers con ricavi caratteristici per 179,8 milioni di euro, in crescita del 2,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, quando si erano attestati sulla cifra di 174,8 milioni.

Da gennaio a settembre l’Ebitda, esclusi i componenti economici non ricorrenti per 3,1 milioni, si è attestato a 84,9 milioni registrando una marginalità sulle vendite sostanzialmente stabile rispetto ai primi nove mesi 2014.

L’utile netto, dopo aver contabilizzato oneri finanziari netti per 6,3 milioni ed imposte di competenza per 16 milioni, si è attestato invece a 31,7 milioni, pari al 17,6% dei ricavi caratteristici e in crescita dell’8,1% rispetto al dato dell’anno precedente, pari a 29,3 milioni. L’utile per azione è di 1,13 euro, rispetto a 1,04 dei primi nove mesi 2014, con la posizione finanziaria netta che si attesta a 104,4 milioni.

I risultati finanziari dei primi nove mesi dell’esercizio sono in linea con i piani dell’azienda che conferma l’obiettivo di 114 milioni di Ebitda per il 2015. In prospettiva, spiega Ei Towers in un comunicato, in assenza di operazioni di natura ‘transformational’, la priorità del management continua a essere lo “scouting” e l’eventuale investimento in operazioni di acquisizione di società di dimensioni medio piccole operanti nel settore di riferimento che garantiscano un interessante ritorno per gli azionisti.

Argomenti trattati

Approfondimenti

B
bilancio
E
Ebitda
E
Ei Towers