Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

TORRI

Ei Towers rinnova il Cda. Spunta l’interesse per Altice

L’assemblea degli azionisti approva il bilancio e delibera il pagamento di un dividendo di 2,05 euro per azione. Confermati i vertici. Nel mirino le torri del player olandese in Portogallo

23 Apr 2018

Il Cda di Ei Towers è stato rinnovato dall’assemblea degli azionisti per i prossimi tre anni: durante la riunione, sotto la presidenza di Alberto Giussani, è stato approvato il bilancio di esercizio al 31 dicembre 2017, il bilancio consolidato e le relazioni degli amministratori. L’assemblea ha deliberato il pagamento di un dividendo di 2,05 euro per azione.
La lista di Mediaset, che detiene il 40% della società, è stata la più votata con 50,3% dei consensi mentre quella dei fondi ha ottenuto il 49,4% dei voti: confermati il presidente Alberto Giussani e l’Ad Guido Barbieri.

A margine dell’assemblea l’Ad ha risposto alle domande dei cronisti, sottolineata che se Cellnex fosse interessata alle torri o ad altre attività di Ei Towers, la controllata Mediaset non sarebbe intenzionata cedere. Inoltre le voci che dopo la cessione della quota di Cellnex da Abertis e Edizione si possa aprire un forte interesse nei confronti di Ei Towers o Inwit “più che altro mi sembrano speculazioni – sottolinea Barbieri – comunque non è nostra intenzione cedere attività che stiamo invece sviluppando: non sono in vendita. E’ normale che con un nuovo azionista Cellnex prenda in considerazione nuove strategie, ma da qui a dire che ci siano progetti di aggregazione in vista ne corre”.

“Abbiamo assolutamente preso in considerazione Persidera e abbiamo fatto un’offerta non vincolante, ma poi abbiamo rinunciato per troppe complicazioni Antitrust – ricostruisce poi Barbieri sull’altro tema caldo dell’inverno, le torri broadcast di Persidera – In realtà non c’era alcun problema, ma era talmente complicato spiegarlo a tutti che abbiamo preferito proseguire nella nostra strategia di acquisizioni ‘locali’ di torri”.

Torna poi il tema dell’eventuale “matrimonio” con Rai Way, già saltato una volta: “E’ talmente logico che nel frattempo non si fa – afferma Barbieri – Il vincolo è sempre lo stesso: il 51% che deve rimanere in capo allo Stato: il progetto può andare avanti solo con la rimozione di quel vincolo”.

Quanto alle strategie per il futuro, Ei Towers è interessata all’espansione all’estero e l’obiettivo è concentrato sulle torri in Portogallo di proprietà di Altice: “All’estero ci sono dei processi in corso in Francia e in Portogallo – conclude Barbieri – ma in Francia escludiamo interessi, mentre il Portogallo è per noi più interessante per dimensioni”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
cellnex
E
Ei Towers
P
Persidera
R
rai way

Articolo 1 di 5